MAURIZIO COSTANZO
Cosa Fare

Firenze, danza accessibile e un omaggio al quartiere Isolotto per i suoi 70 anni

Il 18 giugno terzo appuntamento di ‘Poesia nella città’

Firenze, danza accessibile

Firenze, danza accessibile

Firenze, 16 giugno 2024 – Un progetto di danza accessibile anche al pubblico cieco e sordo, una performance per spezzare l’alienazione del quotidiano e un omaggio partecipativo al quartiere Isolotto per i suoi 70 anni. Sarà un trittico di eventi il terzo appuntamento con “Poesia nella città”, a Firenze la rassegna tra parola, musica e performance giunta quest’anno alla decima edizione, a cura di Versiliadanza con la direzione di Angela Torriani Evangelisti. “Amore e altre parole”, è questo il tema che connette le iniziative in programma fino a settembre: spettacoli, letture, concerti e dj set in un ideale omaggio a Ernesto Balducci e alla sua visione di una cultura di pace. Appuntamento martedì 18 giugno alla BiblioteCaNova (via Chiusi), per un programma che si aprirà alle 17.00 con “Pornodrama-trio”, lavoro di e con Giuseppe Comuniello e Camilla Guarino fruibile anche a persone cieche, ipovedenti e sorde. Si prosegue con “Oscure Luminescenze” di Asmed/ Balletto di Sardegna: un’indagine che nasce dall’urgenza di allontanarsi dalle zone di conforto per nuotare in mare aperto e per lambire coste sconosciute. Conclusione con “Isolotto mon amour #70”, lavoro che giunge al termine di un percorso partecipativo condotto da Versiliadanza con cittadini del territorio. “Poesia nella città” gode del sostegno di Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Firenze nell’ambito dell’Estate Fiorentina in collaborazione con Sistema Biblioteche Comunali di Firenze, Teatro Cantiere Florida, Basilica di San Miniato al Monte, Spazio Gada (ingresso gratuito con prenotazione consigliata).

Scendendo nel dettaglio dei singoli spettacoli il progetto “Pornodrama-trio” è una danza intima fatta di corpi e parole, ulteriore passo del lavoro che il danzatore e coreografo Giuseppe Comuniello e la danzatrice e drammaturga Camilla Guarino portano avanti dal 2018 per rendere accessibili le arti sceniche. Oltre ad essere fruibile da persone cieche grazie all'audiodescrizione poetica – creazione artistica parallela allo spettacolo in scena, udibile in cuffia – grazie all’interprete LIS Sara Pranovi, inserita come artista nello spettacolo, “Pornodrama-trio” sarà accessibile anche a persone sorde. A seguire Asmed/ Balletto di Sardegna proporrà con “Oscure Luminescenze” una visione di vita nel mondo moderno, dove diveniamo presto anelli di un sistema dal quale tuttavia, di tanto in tanto, la vita ci richiama al disordine, portandoci a intravvedere nuovi impensati approdi in un disegno forse simile a quella immaginato da Balducci ne “L'uomo planetario”. Infine “Isolotto mon amour #70”, dichiarazione d’amore al quartiere fiorentino che corona il percorso di educazione alla lettura e al movimento portato avanti da Versiliadanza – e nello specifico rispettivamente da Gianluigi Tosto e Angela Torriani Evangelisti – con gli abitanti over 65 del territorio, sul filo delle parole di Natalia Ginzburg. Fondata nel 1993, Versiliadanza dal 2012 risiede stabilmente al Teatro Cantiere Florida e riunisce al suo interno personalità artistiche per attuare la diffusione dell’arte coreutica attraverso la produzione di spettacoli, la ricerca coreografica con stili e su campi differenti, l’organizzazione di eventi legati alla danza e all’arte contemporanea. Negli anni la Compagnia ha ospitato e collaborato con artisti di fama mondiale quali Antonio Tabucchi, Susanne Linke, Urs Dietrich, Bob Wilson, Luciana Savignano, Paco Decina, Igor Mitoraj e strutture come il festival La Versiliana, l’Istituto Internazionale Andrej Tarkovskij, Fabbrica Europa, Rencontres Chorégraphiques Internationales de Bagnolet Seine Saint Denis, Small Theatre/NCA e Ambasciata d’Italia a Yerevan (Armenia). Nella proposta della compagnia trovano spazio performance inclusive, realizzate da artisti con disabilità e non, che lavorano insieme all'interno di un processo formativo e creativo multidisciplinare teso allo sviluppo di un linguaggio artistico altamente fruibile. Gli obiettivi principali sono la formazione, l'audience development e la mobilità internazionale degli artisti e delle organizzazioni, intenti che vengono perseguiti attraverso workshop, laboratori internazionali, residenze creative e spettacoli.