Carabinieri
Carabinieri

Empoli, 9 ottobre 2019 - Hanno utilizzato una macchina come ariete così da farsi strada per rubare un altro veicolo, una potente Audi. E’ successo tutto in pochi minuti, nella tarda serata di lunedì a Empoli, nella zona commerciale di via Giuntini. A fare le spese del raid ladresco è stata la concessionaria Corsinovi e Peruzzi, tra le realtà che hanno sede poco distante dalla frazione di Pontorme. Un’area commerciale che sorge in una zona parallela alla statale Tosco Romagnola, ideale via di fuga per tutti coloro che decidano di raggiungere la strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno e da lì zone lontane dall’Empolese Valdelsa. Zone dove, magari, mettere a segno attività criminali, proprio utilizzando la vettura rubata poco prima, ancora fuori dalla ‘lista nera’ delle forze dell’ordine. Su quanto accaduto l’altra sera, in un orario intorno alle 23, sono in corso indagini da parte degli agenti di polizia del Commissariato empolese guidato dal primo dirigente Francesco Zunino.

Stando alle prime informazioni raccolte, ad accorgersi che qualcosa non andava sono stati gli uomini delle Volanti che, una volta accertato che era stato compiuto un furto ai danni della concessionaria, hanno chiesto l’intervento in ausilio dei carabinieri della Compagnia empolese. Durante un servizio di controllo del territorio, passando da via Giuntini, i poliziotti, intorno alle 23 appunto, hanno notato il cancello della struttura messo ko. Poco distante c’era abbandonata una Volkswagen Golf con il motore ancora acceso. E’ scattato quindi un approfondito accertamento grazie al quale è emerso il quadro completo di quanto avvenuto poco prima.

A quanto appreso, i ladri, non è chiaro in quanti, sono giunti sul posto per poi entrare a piedi nella parte posteriore della struttura, dove si trova l’officina. Lì avrebbero trovato la Golf poi utilizzata per aprirsi un varco e farsi strada così da poter rubare con facilità l’altro veicolo, scelto come mezzo con il quale darsi alla fuga. Il tutto dopo aver sfondato il portone dell’officina e il cancello esterno.

In via Giuntini è intervenuta anche una pattuglia della vigilanza privata alla quale si appoggia la concessionaria Corsinovi e Peruzzi. I vigilantes hanno avvertito la proprietà, dando il là ai primi accertamenti relativi in particolare alle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza interno del quale l’azienda è dotata. Le indagini sono in corso.