Empoli, 31 agosto 2018 - Un 44enne, di origine pakistana, residente a Empoli (Firenze) è stato denunciato dai carabinieri per aver promosso un'attività irregolare di sartoria impiegando manodopera clandestina. L'uomo, titolare di una ditta individuale, aveva preso in affitto un magazzino a Certaldo (Firenze) all'interno del quale operavano sei connazionali, dai 33 ai 39 anni, tutti richiedenti asilo e provenienti da varie parti di Italia, dopo aver abbandonato il programma di protezione.

I militari hanno scoperto la struttura dopo che erano stati segnalati movimenti a tutte le ore nelle vicinanze del fondo, all'interno del quale sono stati trovati anche dei giacigli di fortuna dove alloggiavano gli stessi lavoratori. All'interno erano presenti macchinari per la produzione di tute sportive. La struttura è stata sequestrata in attesa di ulteriori verifiche da parte dell'Asl Toscana Centro.