L’agenzia matrimoniale degli equivoci

La rassegna teatrale "Commediando sotto le torri" a Parco Corsini presenta la commedia dialettale "Agenzia Matrimoniale" della compagnia I Malerbi. La storia racconta le divertenti peripezie di due fratelli che si rivolgono all'agenzia per trovare moglie e badante, generando equivoci e bugie. Un'opportunità per riflettere sui cambiamenti nelle relazioni tra i sessi.

L’agenzia matrimoniale degli equivoci

L’agenzia matrimoniale degli equivoci

FUCECCHIO

Prosegue a Parco Corsini la rassegna teatrale "Commediando sotto le torri", promossa dalla compagnia Amici del Poggio. Domani alle 21.30 toccherà alla compagnia di Lamporecchio I Malerbi, che porterà in scena "Agenzia Matrimoniale", vincitrice di diversi concorsi lungo tutto lo Stivale. La commedia dialettale comico-brillante in tre atti di Stefano Palmucci per la regia di Michele Coppelli (scenografia e costumi di Alessandra Secchi), tratta delle peripezie di due fratelli, uno single e uno sposato, che si rivolgono alla medesima agenzia matrimoniale per trovare, l’uno, una moglie, l’altro la badante per la eccessiva e petulante suocera. Il fatto che, naturalmente, l’agenzia invii l’aspirante sposina al fratello maritato, e l’aspirante badante al fratello single, scatenerà una serie infinita di bugie e fraintendimenti, anche perché il fratello maritato si guarderà bene dal chiarire l’equivoco e disdegnare le attenzioni dell’attraente ragazza. Un’occasione per riflettere sui repentini cambiamenti che ci sono stati nelle tecniche di approccio tra i sessi nelle ultime tre generazioni. Sul palco, oltre allo stesso Michele Coppelli, anche Osvaldo D’Ulivo, Monica Meacci, Roberto Spinelli, Antonio Ferrara, Marco Masini, Lorenzo Lenzi, Isabella Borgianni, Francesca Pardo e Maria Antonietta Brocchi.