Empoli, 28 agosto 2018 - E’ apparsa nei pressi del circolo con una freccia infilata nella pancia. Una scena straziante notata ieri poco prima delle 9 da un uomo che ha subito dato l’allarme nel tentativo di strappare alla morte quella gattina ferita da chissà chi. Un malintenzionato deciso a giocare con la vita della micia dal manto tigrato, docile nonostante il dardo con il quale qualcuno l’aveva infilzata. E’ successo nella frazione di Pontorme, alle porte del centro di Empoli.

"Appello per questa gattina – ha scritto sul suo profilo social A.B. - Le foto sono delle 8.45 , zona circolo Pontorme Empoli. E’stata ferita con un dardo in alluminio da balestra, si è fatta avvicinare ma non prendere: è buona, ma spaventata. Non sono riuscito a recuperarla ed è scappata: se qualcuno conosce il proprietario o riesce a prenderla, ha bisogno di un veterinario".

Tra condivisioni e commenti di condanna e incredulità di fronte a tanta violenza, la proprietaria della gatta è venuta a conoscenza dell’accaduto e si è attivata. Portata dal veterinario, la micia è stata operata: il medico ha estratto il dardo che, a quanto appreso, per fortuna non era penetrato in profondità e la micia se l’è cavata con due punti di sutura e antibiotici.

"Sta bene, si sta riprendendo dall’anestesia – ha raccontato la proprietaria – Appena saputo, sono andata a cercarla e l’ho trovata dove è solita stare, ai giardini. Grazie a tutti per il vostro aiuto e il vostro supporto. Sono senza parole".

Un lieto fine che non cancella lo sgomento e la rabbia per tanta gratuita violenza contro un animale tranquillo e innocuo.