Treni, lavori sulla Roma-Firenze: modifiche alla circolazione per Alta Velocità, Intercity e Regionali. Ecco quando

Il 24 e 25 febbraio e poi a marzo, modifiche alla circolazione per i treni Alta velocità, Intercity e regionali

Treno (immagine di repertorio)

Treno (immagine di repertorio)

Firenze, 20 febbraio 2024 – Questo fine settimana, sabato 24 e domenica 25 febbraio, e nei fine settimana del 9 e 10 marzo e del 23 e 24 marzo, sono previste lungo la direttrice Alta Velocità modifiche alla circolazione dei treni con cancellazioni e allungamenti dei tempi di percorrenza per lavori di potenziamento tecnologico sulla linea “Direttissima” Roma-Firenze. I treni regionali, Intercity e Alta Velocità subiranno alcune modifiche alla circolazione, con allungamenti dei tempi di viaggio e deviazioni di percorso. I lavori dureranno 24 ore (dalle ore 14:20 del sabato alle 14:20 della domenica) e potranno determinare per Frecce, Intercity, Eurocity e Euronight aumento dei tempi di percorrenza fino a 80 minuti. Il viaggio sui treni regionali potrà durare fino a 60 minuti in più e sono previste cancellazioni o limitazioni di percorso a Orte, Fara Sabina, Roma Tiburtina o Roma Ostiense. Rete Ferroviaria Italiana, capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane, eseguirà infatti alcune attività propedeutiche per completare l’installazione del sistema Ertms, il più evoluto sistema per la supervisione e il controllo del distanziamento dei treni, sulla Direttissima Roma-Firenze, un progetto finanziato anche fondi Pnrr e che vede già attiva tale tecnologia fra Firenze Rovezzano e Orvieto. Entro fine del 2024 l’Ertms sarà attivato anche nel tratto Orvieto-Settebagni (88 chilometri). Le attività, nello specifico, consisteranno nell’installazione di antenne radio Gsm-r, posa cavi, realizzazioni di impianti tecnologici ed interventi nelle gallerie, lavori di manutenzione sulla sede ferroviaria. Il rinnovo delle tecnologie con l’attrezzaggio del sistema Ertms garantirà una maggiore affidabilità dell’infrastruttura determinando un miglioramento della regolarità della circolazione e della qualità del servizio. Oltre a prestazioni più elevate, l’Ertms permette anche un risparmio sui costi di gestione e manutenzione rispetto ai tradizionali sistemi di segnalamento. Obiettivo di Rfi è installare la tecnologia su tutti i 16.800 chilometri di rete entro il 2036. Per consentire i lavori sarà necessario interrompere la circolazione fra Orte e Settebagni e quindi deviare i treni dell’Alta Velocità sulla linea convenzionale. Informazioni di dettaglio sono disponibili su www.trenitalia.com (sezione Infomobilità, alla pagina Lavori e modifiche al servizio) e sull’app di Trenitalia. Attivo il call center gratuito 800 89 20 21.

Maurizio Costanzo