Suona un campanello per scherzo. Ha 15 anni: inseguito e accoltellato

E’ successo nella tarda serata di Santo Stefano a Cerreto Guidi, protagonista un gruppo di adolescenti. Il padrone di casa perde le staffe, esce e li rincorre

A Cerreto Guidi è intervenuta anche una pattuglia dei carabinieri

A Cerreto Guidi è intervenuta anche una pattuglia dei carabinieri

Cerreto Guidi (Firenze), 28 dicembre 2023 – Alzi la mano chi, nel corso della propria vita, da giovane, in un momento di leggerezza, non ha mai suonato un campanello e poi è scappato. C’è chi reagisce allo scherzo con una risata e c’è chi si alza assonnato, impreca e poi si rimette a letto. Forse un tempo. Non oggi, nell’epoca dove niente è concesso, nemmeno uno scherzo banale nella notte di Santo Stefano.

Nell’epoca in cui basta poco per scatenare un’ira inaudita e incomprensibile, specie per un piccolo e tranquillo comune come Cerreto Guidi, nell’estremo hinterland fiorentino. A farne le spese un quindicenne, accoltellato dopo aver suonato per scherzo il citofono di un’abitazione del centro, poco prima di mezzanotte. Il suo aggressore è sceso in strada, ha inseguito il gruppetto di minorenni e poi ha ferito il ragazzino che era caduto a terra durante la fuga.

Non è chiaro se l’uomo, 39 anni, avesse intenzione di colpirlo davvero o spaventarlo solamente: l’esatta dinamica è ancora in fase di ricostruzione da parte dei carabinieri.

Il giovane, per fortuna, indossava un giubbotto che ha attutito il colpo. Il ragazzino comunque è stato trasportato all’ospedale di Empoli per curare la ferita, guaribile in sette-otto giorni. Ma lo choc rimane. Mai avrebbe immaginato che quello scherzo, sì forse fastidioso ma comunque innocuo e banale, potesse mettere in pericolo la sua vita. Per una sera, insieme al suo gruppo di amici – otto ragazzi tra i 14 e i 16 anni – aveva deciso di mettere lo smartphone in tasca. E così, per passare il tempo, si era divertito a scampanellare nelle abitazioni del centro, a pochi passi dalla Villa Medicea. All’improvviso l’aggressione: secondo quanto emerso, il proprietario di casa è sceso in strada con un coltello da cucina e ha seminato il panico. Nella fuga, il minorenne è caduto ed è stato raggiunto da una coltellata al fianco destro.

Sono intervenuti immediatamente i carabinieri di Cerreto Guidi che hanno identificato l’uomo, italiano e incensurato, poi lo hanno denunciato per lesioni personali aggravate. Ora la sua posizione è al vaglio della Procura della Repubblica del Tribunale di Firenze. Il coltello è stato sottoposto a sequestro.

Per il gruppetto di amici restano l’angoscia e lo spavento. Volevano trascorrere dei momenti spensierati tra amici, in un clima di festa e leggerezza, e invece la serata è finita nel sangue.