Firenze e Bologna, il sogno olimpico
Firenze e Bologna, il sogno olimpico

Firenze, 21 luglio 2021 - «Avanti per portare i Giochi olimpici estivi nel 2036 in Italia» con la candidatura di Toscana ed Emilia Romagna. Così il presidente della Regione Eugenio Giani e il sindaco di Firenze Dario Nardella, dopo l'assegnazione delle Olimpiadi 2032 a Brisbane, in Australia.

«Portare i Giochi olimpici estivi nel 2036 in Italia non deve restare soltanto un sogno - ha detto Giani -. Ma per fare in modo che questo traguardo possa diventare un'ipotesi concreta sarà indispensabile la collaborazione di tutti gli attori in gioco, mettendo da parte interessi di parte e campanili. Sono convinto che grazie ad un gioco di squadra importante Toscana ed Emilia Romagna saranno in grado di costruire una candidatura importante. In questi anni dovremo essere bravi a colmare il ritardo infrastrutturale, ad utilizzare bene le risorse che avremo a disposizione e, perché no, a costruire alleanze anche con altre città fuori dalle due regioni».

«Siamo contenti - ha aggiunto Nardella - per il risultato dell'Australia ma non ci arrendiamo: dopo Stati Uniti e Oceania è molto probabile che le Olimpiadi tornino in Europa e come Regione Toscana e città di Firenze intendiamo andare avanti con tenacia e lavorare a una candidatura per il 2036. Ne parleremo al più presto con i nostri compagni di viaggio, il Presidente dell'Emilia Romagna e il sindaco di Bologna perché siamo convinti della forza della nostra proposta e della competitività dei nostri territori. Non ci aspettavamo che il Cio avrebbe deciso con così grande anticipo l'edizione del 2032 né avevamo avuto comunicazioni dal Coni che era pienamente a conoscenza della candidatura di Firenze, Bologna e delle due regioni. Ci auguriamo che il Coni sarà convintamente al nostro fianco in questa nuova sfida che vogliamo intraprendere con più energia di prima».