Maurizio Costanzo
Cronaca

24 aprile, è la notte della ‘Luna rosa’. Cos’è e perché si chiama così

Dalla luna del ‘cacciatore’ a quella della ‘fragola’, ecco i nomi con cui viene popolarmente chiamato il plenilunio ogni mese dell’anno

Luna rosa (foto Ansa)

Luna rosa (foto Ansa)

Firenze, 24 aprile 2024 – Questa notte tutti con il naso all'insù per ammirare la luna 'rosa'. Si tratta di una speciale luna piena di primavera, definita così non perché appaia nel cielo come un disco colorato, ma perché secondo la tradizione dei nativi americani la sua comparsa era legata alla fioritura di una pianta selvatica che con i suoi petali tingeva di rosa il paesaggio. Il plenilunio si verificherà esattamente all’1:49 del 24 aprile ora italiana. Perché si chiama ‘luna rosa’? Popolarmente, con ‘Luna Rosa’ ci si riferisce al plenilunio di aprile. Per risalire all’origine del termine bisogna tornare indietro di qualche centinaia di anni, quando i nativi americani diedero dei nomi alle Lune piene dell’anno. Quella di aprile, in originale ‘Pink Moon‘, prende il suo nome dal primo fiore che germogliava nel mese, il Phlox selvatico, proprio di colore rosa. Spesso viene confusa con il plenilunio di giugno, chiamato ‘Luna della Fragola’, ‘Strawberry Moon’. Le tradizioni dei nativi americani arrivarono anche in Europa ma, a causa di un errore di trascrizione dei coloni, la ‘Luna della Fragola’ divenne ‘Luna Rosa’. Oltre alla ‘luna rosa’, ci sono vari nomi con cui viene popolarmente chiamato il plenilunio di ogni mese dell’anno. Eccoli. Gennaio: è il mese della Luna Piena del Lupo. In mezzo alle nevi fredde e profonde del pieno inverno, i branchi di lupi ululavano affamati fuori villaggi indiani. Febbraio: è il mese della Luna Piena della Neve. Di solito le nevi più pesanti cadevano proprio in questo mese. La caccia diventava molto difficile e, quindi, per alcune tribù questa era anche la Luna Piena della Fame. Marzo: è il mese della Luna Piena del Verme o Tiepida. Dopo le nevi dell’inverno, in questo mese il terreno si ammorbidisce e il lombrico riappare, invitando il ritorno dei pettirossi. Altre tribù definivano la Luna Tiepida, perché apriva la stagione della primavera e di temperature più miti. Aprile: è il mese della Luna Rosa. Prende il suo nome dal primo fiore che germogliava nel mese di aprile, il Phlox selvatico, rosa appunto. Maggio: è il mese della Luna Piena del Fiore. In questo mese si risveglia al natura e fiori sono ormai abbondanti ovunque. Giugno: è il mese della Luna Piena della Fragola. Era il periodo migliore e più prolifico per la raccolta delle fragole. Luglio: è il mese della Luna Piena del Cervo. Le corna del cervo, che si rinnovano ogni anno, iniziano a ricrescere proprio durante questo mese. Agosto: è il mese della Luna Piena dello Storione. Prende il nome dalla pesca prolifica del pesce, abbondante nei laghi in agosto. Settembre: è il mese della Luna Piena del Raccolto. Tradizionalmente, questa denominazione andava alla Luna Piena che si verificava più vicino all’equinozio d’autunno. Al culmine del raccolto, gli agricoltori lavoravano nella notte alla luce di questa Luna. Ottobre: è il mese della Luna Piena del Cacciatore. Con le foglie cadute e i cervi ingrassati, era il momento giusto per la caccia. I campi erano stati mietuti e i cacciatori potevano vedere più facilmente volpi e altri animali. Novembre: è il mese della Luna Piena del Castoro. Prima che arrivasse la neve, questo era il momento migliore per piazzare trappole per i castori, in modo da garantirsi calde pellicce per l’inverno. Dicembre: è il mese della Luna Piena Fredda. Segnava l’inizio del freddo inverno. Nasce oggi Barbara Streisand nata il 24 aprile del 1942 a Brooklyn, New York. Nei sessant'anni di carriera, è diventata qualcosa di più di una diva, perché è stata una delle prime donne ad assumere un ruolo di grande influenza nel mondo dello show business e non solo. Nel 1983 con "Yentl" è stata la prima donna a scrivere, dirigere, produrre e interpretare un film per una major di Hollywood, culmine di un percorso, che dopo i successi sul grande schermo degli anni '70, l'aveva vista imporre all'industria il proprio controllo sulla sua carriera. Oggi compie 82 anni. Ha detto: “Io gli avversari preferisco non giudicarli. È più semplice ignorarli”.