Firenze, 11 ottobre 2021 - Sulla terza dose di vaccino anti Covid «vorrei fare un appello perché venga fatta dalle categorie autorizzate. Per i superfragili e i trapiantati ci pensano direttamente Asl e medici ma per gli altri, ovvero il personale sanitario, gli over 80, è bene che si attivino con la prenotazione o andando direttamente agli hub».

Lo ha detto il presidente della Toscana, Eugenio Giani, a margine di un convegno a Firenze parlando della terza dose di vaccino anti Covid per la quale da oggi sono aperte le prenotazioni riservate al personale sanitario (alle 15 erano già cinquemila le prenotazioni effettuate).

«Faccio proprio un appello a coloro che ne hanno da oggi diritto - ha ribadito Giani - affinché si attivino per andare agli hub o per chiamare il proprio medico di base o il farmacista perché la terza dose è un livello di immunizzazione che consente di tenere lontano il Coronavirus».

Parlando poi della situazione dei contagi Giani ha detto che «oggi abbiamo 162 nuovi contagi, e quindi siamo a un livello che potrei ancorare a quello dei 1.500 casi settimanali. L'anno scorso in questo periodo eravamo a 5.000 casi settimanali, e quindi è tutto un altro mondo. Detto questo - ha concluso - dobbiamo tenere la guardia alta soprattutto sul piano delle vaccinazioni che sono quello che ci hanno consentito di fermare il Covid e conseguentemente la terza dose diventa importante».