Meloni da Giani. La premier firma il super piano da 600 milioni

Attesa a febbraio per il Fondo sviluppo e coesione. Possibile visita nelle zone alluvionate e a Viareggio.

Meloni da Giani. La premier firma il super piano da 600 milioni
Meloni da Giani. La premier firma il super piano da 600 milioni

Giorgia Meloni sarà in Toscana tra pochi giorni per firmare l’accordo con la Regione per le risorse Fsc (Fondo per lo sviluppo e la coesione). Lo ha annunciato il presidente della Toscana, Eugenio Giani: "L’incontro avverrà entro la prima metà di febbraio" a Firenze. "Non è dato ancora sapere se visiterà altre parti della Toscana" ha detto in riferimento ad una visita o meno della zone alluvionate. "Abbiamo -ha spiegato Giani- approvato come delibera di Giunta la proposta di Fondo di sviluppo e coesione, ovvero di interventi sul piano degli investimenti cantierabili che saranno legittimati; naturalmente ci sarà una verifica alla nostra proposta con l’accordo di programma che firmeremo con la premier Meloni, qui a Firenze. Stiamo studiando il giorno, che potrebbe associarsi a quelli del Carnevale di Viareggio".

"E’ importante come già accaduto per quattro Regioni la firma del protocollo che diventa un accordo fra Stato e Regione, quindi concertato, dà respiro ad investimenti nell’ordine di 530 milioni. Il Fsc per la Toscana è 683 milioni, 110 già anticipati e utilizzati per le scuole, mentre altri 41 anticipati per le bonifiche a Piombino". Meloni potrebbe venire entro la prima metà febbraio (8,11 o 13). Il protocollo organizzativo è ancora incerto (potrebbe cogliere l’occasione anche per salutare Viareggio e il suo Carnevale).

Particolare soddisfazione da Fratelli d’Italia: "Ringraziamo da toscani il governo Meloni, che ha risposto ancora una volta con fatti concreti alle strampalate affermazioni di qualche sindaco e di qualche esponente dell’opposizione sul fatto che l’esecutivo nutrirebbe una sorta di acredine nei confronti dei territori amministrati dalla sinistra..." sottolinea il capogruppo in consiglio regionale Francesco Torselli. Il governo Meloni "ha scelto di investire ingenti risorse in opere strategiche e nella coesione sociale della regione". Efficace il rapporto tra il ministro Fitto e Giani. Lo stesso Torselli ha plaudito anche alle scelte di Giani sul decentramento delle risorse. "Tra le opere che governo e Regione hanno scelto di finanziare ci sono un nuovo palazzetto dello sport a Pistoia; la riqualificazione del centro storico di Piombino; la realizzazione di un nuovo ponte di fianco al ponte romanico di Buriano; la riqualificazione del patrimonio Erp a Pisa; interventi nelle province di Lucca e Firenze, oltre a nuovi assi viari".