La discarica diventa energia. E porterà sconti a parrocchie, ambulanze e campi sportivi

A Pontedera e Cascina lo smaltimento si trasforma in un’azione sociale per chi ha più bisogno. Il gestore Ecofor pensa già al futuro: "Immaginiamo di poter aiutare anche le aziende".

La discarica diventa energia. E porterà sconti a parrocchie, ambulanze e campi sportivi

La discarica diventa energia. E porterà sconti a parrocchie, ambulanze e campi sportivi

Dai rifiuti alla luce e l’energia per chiese, ambulanze e campi sportivi. Quello che la Ecofor Service Spa di Pontedera ha siglato ieri con il territorio che ospita le sue discariche è un patto di solidarietà green e sociale. La Ecofor Service realizza impianti deputati al trattamento ed allo smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi, posti all’interno degli insediamenti di Pontedera e Cascina da oltre 25 anni. Le discariche sono ad un passo dalla Fipili e continuano a crescere di dimensioni. La discarica ha la capacità di accogliere ogni anno circa 200.000 tonnellate di rifiuti già sottoposti a processi di selezione e recuoero. Da oltre 10 anni, Ecofor ha iniziato a recuperare il biogas prodotto dalla discarica e, una volta trattato, viene utilizzato dalla stessa azienda per la produzione di circa 15.000 wattora annui di energia elettrica. Circa un terzo di questa energia verde viene utilizzata dagli impianti dell’azienda e la restante viene immessa in rete. A partire dal prossimo marzo circa 1.400 wattora annui non verranno più immessi sul mercato libero ma saranno riservati a prezzo agevolato a varie attività sul territorio.

E proprio ieri, direttamente in discarica, le 52 tra parrocchie, associazioni sportive ed enti del territorio che ne beneficeranno, hanno chiuso i primi contratti con l’azienda. La Ecofor ha infatti stipulato con Terna SpA, un contratto di dispacciamento in immissione e prelievo, che consente all’azienda pontederese di essere qualificata ad immettere direttamente in rete come utente del dispacciamento l’energia elettrica prodotta nei siti in viale America a Pontedera dagli impianti a biogas. Grazie a questo contratto oltre alla qualifica di produttore, Ecofor ha acquisito il diritto di immettere direttamente sul mercato energia elettrica provvedendo in modo autonomo alla commercializzazione della stessa al mercato o mediante contratti bilaterali. Questa energia verde prodotta dal trattamento dei rifiuti speciali non pericolosi viene distribuita ad una tariffa in bolletta inferiore di almeno il 30% rispetto al prezzo di mercato alla comunità del territorio che ospita la discarica. Beneficiano di questo risparmio di oltre il 50% sul costo dell’energia, le associazioni no-profit che gestiscono gli impianti sportivi, le parrocchie, i luoghi di culto, le attività culturali ed altri soggetti del territorio individuati con le amministrazioni comunali dei comuni soci di Ecofor. Ma in futuro quest’opportunità potrebbe aprirsi anche alle aziende del tessuto industriale pontederese.

"In Consiglio di amministrazione abbiamo già deliberato l’acquisto di terreni per costituire una comunità energetica da 3 megawatt, immaginando di garantire energia green ed a prezzo scontato anche alle aziende del territorio" ha spiegato l’amministratore delegato di Ecofor Service, Rossano Signorini. Ed è così che il concetto comune di rifiuto viene ribaltato, da problema diventa una ricorsa per l’economia circolare.