Pallavolo, l’avventura iniziata per divertimento è approdata nel torneo di Terza divisione con il Casentino. La grinta delle mamme del volley: "Tornate in campo per passione»

La squadra di pallavolo femminile di Poppi, composta da mamme tra i 20 e i 50 anni, si cimenta nel campionato di Terza Divisione con passione e determinazione, nonostante la posizione in classifica. Un gruppo unito dalla voglia di tornare a giocare e condividere l'amore per lo sport.

La grinta delle mamme del volley: "Tornate in campo per passione"

La formazione del Casentino Volley di Poppi di Terza divisione

Una squadra di pallavolo femminile composta da un gruppo eterogeneo di ragazze e donne di età compresa tra i 20 e i 50 anni la maggior parte delle quali mamme, che hanno deciso, chi alle prime armi, chi pallavolista di ritorno, di cimentarsi in questa esperienza. È questa la peculiarità della squadra che fa capo alla società Casentino Volley di Poppi, guidata dall’allenatore Daniele Maggi che è iscritta al campionato di Terza Divisione femminile. "La pallavolo, da sempre è lo sport della mia vita – dice Romina Berti, 37 anni anima della squadra – L’anno scorso ci allenavamo in palestra per puro divertimento. Poi è nata l’idea di iscriversi ad un campionato e supportate dal nostro allenatore Daniele, ben presto l’idea si è trasformata in un progetto, accolto con grande entusiasmo da tutto il gruppo. Siamo in quattordici, la maggior parte di noi con figli e famiglie, tutte unite dalla passione per questo sport. Dopo anni di stop dovuti allo studio, al lavoro e alle necessità familiari abbiamo scelto di riavvicinarci alla nostra passione". "Continuo a giocare perché ho trovato una squadra con cui condividere l’amore per questo sport – afferma Veronica Mattioli, una delle centrali della squadra, mamma di Viola e Riccardo - Ci alleniamo due volte a settimana. Oltre a giocare siamo diventate una grande famiglia. Non è facile sfidare giovanissime di 16 anni, ma non ci facciamo abbattere". Al momento la squadra è penultima in classifica , ma come dicono loro stesse: "siamo solo al girone di andata, non abbiamo intenzione di arrenderci".

Sara D’Alessandro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su