Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Malotti-Aquila ancora insieme L’accordo è ormai a un passo

Tutto l’ambiente rossoblù attende la firma del tecnico sulla panchina dei valdarnesi dal 2019

arezzo
Sport
Roberto Malotti, il tecnico sessantenne verso. la nuova sfida al timone dell’Aquila, sostenuto anche dall’arma in più della conoscenza della categoria
Roberto Malotti, il tecnico sessantenne verso. la nuova sfida al timone dell’Aquila, sostenuto anche dall’arma in più della conoscenza della categoria
Roberto Malotti, il tecnico sessantenne verso. la nuova sfida al timone dell’Aquila, sostenuto anche dall’arma in più della conoscenza della categoria

di Giustino Bonci

Col passare dei giorni e non solo per il vecchio adagio "nessuna nuova, buona nuova" si irrobustiscono le possibilità che Roberto Malotti prolunghi il rapporto professionale con l’Aquila 1902. Niente di ufficiale, per adesso, anche se il trainer fiorentino non tarderà a far conoscere la propria decisione. A far propendere per la conferma del mister idolatrato dalla tifoseria e sulla panchina rossoblù dal 12 settembre 2019, due parole chiave: sintonia e autonomia. Sì perché oltre ad aver costruito nel tempo un feeling straordinario con l’ambiente montevarchino, a cominciare dal legame strettissimo con il direttore tecnico Giorgio Rosadini, il mister ha potuto lavorare in terra valdarnese con la massima libertà, godendo sempre della piena e incondizionata fiducia della dirigenza. E d’altronde, il club aquilotto, sin da quando gli ha affidato le redini della formazione maggiore, lo ha reso centrale ed essenziale nel progetto di crescita e di valorizzazione dei giovani. E se in queste ore impazza sui social l’intervista esplicita dell’allenatore del Palermo Silvio Baldini – "Non mi frega nulla del risultato, conta il percorso compiuto" – va ricordato come nell’arco del campionato di serie C concluso con una meritata salvezza, proprio Malotti si è espresso quasi in ogni intervista con le medesime parole. "Mi interessa – ha ripetuto dalla prima all’ultima giornata – che la squadra sia propositiva e cresca in convinzione e personalità privilegiando il gioco. A prescindere dal fatto che si vinca o si perda". L’impressione è quindi che il tecnico sessantenne accetti la nuova sfida, sostenuto anche dall’arma in più della conoscenza della categoria. Crediamo, allora, che l’intesa per il quarto torneo consecutivo con l’Aquila non sia lontana e che la fumata bianca possa arrivare a breve, anche prima del Galà degli sponsor in programma giovedì 19 maggio, a partire dalle 19, alle Stanze Ulivieri. Il Circolo di Piazza Garibaldi, per inciso, ha ospitato di recente l’assemblea ordinaria dell’Associazione "Memoria Rossoblù", il sodalizio che si occupa di conservare le tradizioni del calcio e dello sport cittadino in generale con innumerevoli iniziative, anche editoriali e documentarie. E’ stato eletto nell’occasione il nuovo Consiglio che ha confermato alla presidenza Riccardo Rossi e rinnovato le cariche sociali. Ecco gli altri incarichi: vicepresidente Aldo Ferrucci, segretario Federico Bartoli, tesoriere Stefano Neri. Il direttivo è completato dai consiglieri Massimo Mariani, Mauro Sereni, Lorenzo Piovosi, Simone Gialli, Sauro Barbagli, Massimo Rosi e Dimitri Lepri. In "ponte" tra i molti progetti la celebrazione del mezzo secolo dell’epico spareggio di Firenze con la Pistoiese del 4 giugno 1972. Ultima nota su un grande ex calciatore aquilotto ora commissario tecnico federale. Bernardo Corradi è alla guida della Nazionale italiana Under 17 che lunedì inizierà in Israele l’avventura negli Europei affrontando la Germania a Tel Aviv.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?