teatro
teatro

Arezzo, 2 ottobre 2018 - Sarà il vero protagonista il pubblico, spostando l’obiettivo dal palcoscenico alla platea. Inizia domani mercoledì 3 ottobre e prosegue fino a domenica 7, la terza edizione del Festival dello Spettatore, evento dedicato alla figura dello spettatore. Una rassegna ideata dalla Rete Teatrale Aretina, sull'esperienza di Spettatori Erranti. Tante le occasioni di formazione per pubblico e operatori e gli spettacoli contemporanei. Un modo per concentrare l’attenzione su un elemento strategico per lo spettacolo: il pubblico. Si parte mercoledì 3 alle 20,30 al Cinema Eden con la presentazione delle prime puntate della serie televisiva“L’amica geniale”, dalla tetralogia best seller di Elena Ferrante, con il critico Renzo Francabandera. Giovedì 4 appuntamento per i bambini alle 10,30 al Pietro Aretino, con lo spettacolo “Mai Grande, un papà sopra le righe” . Dalle 10 alle 17 al Campus del Pionta giornata di studi “ La cultura è democratica? “. Nel pomeriggio saranno presentate alcune esperienze sulla figura dello spettatore. Il festival si sposta a Sansepolcro col pullman dello Spettatore alle 18.30, per la visita alla CasermArcheologica a cui seguirà alle 21.15 alla Misericordia, la prova aperta di Chiara Bersani, Gentle Unicorn. Danza al centro di venerdì.

Alle 15 alla Feltrinelli, riunione tra curatori di progetti di formazione del pubblico Toscano. Al Pietro Aretino alle 17.30 il libro “Il teatro sulla Via Francigena” con l'autore Simone Pacini. Alle 18.45, al chiostro del teatro, “Percepire la danza”, avvicinamento alla danza contemporanea con critici, docenti e performer, e alle 21.15 in scena “Passenger, il coraggio di stare” . A seguire “Quintetto” di e con Marco Chenevier, spettacolo centrato sul "5", che simboleggia la vita universale. Sabato alle 10 al Pietro Aretino Guardare ci riguarda: tre studi di compagnie ospitate in residenza in vari teatri. Il pubblico in sala tra cui gli studenti del "Colonna", darà vita a un confronto che decreterà quale degli spettacoli verrà ospitato dall’edizione 2019 del Festival. Alle 14 Spettatori la gran reunion, coi gruppi di spettatori d’Italia. Il flash mob "La città in palmo di mano, il teatro in punta di dita” nel centro storico alle 19. Alle 21 al Petrarca, in scena Macbettu, di Alessandro Serra. Conclusione domenica con la performance itinerante in centro alle 10,30, a cui seguirà in piazza S.Jacopo alle 11.45 il teatro di strada di Pentesilea.