Siena, 18 marzo 2017 -  Poteva essere la serata del decisivo allungo dell’Alessandria. Invece al Franchi è risorta Robur, con una delle prestazioni più convincenti della sua stagione. La partenza sprint dei bianconeri sorprende i piemontesi che al 4’ vanno sotto. Panariello lancia Castiglia che mette in mezzo per l’accorrente Saric: la mezzala di origine bosniaca di piatto destro batte Vannucchi per l’1-0 iniziale. La capolista rischia concretamente di capitolare un quarto d’ora dopo quando Branca e Gozzi spalancano involontariamente la strada a Vassallo che solo davanti a Vannucchi mette a lato di un soffio.

L’Alessandria ha il controllo del possesso della palla ma Moschin non corre pericoli nonostante una pressione crescente nella seconda fase del primo tempo. La Robur non molla e riesce a raddoppiare al 34’ con lo scatenato Saric che serve in profondità Marotta, lesto a piazzarla alla spalle di Vannucchi. Nel recupero Alessandria per la prima volta vicina al gol una ‘svirgolata’ di Panariello alta di un soffio. Dopo l’intervallo i grigi ripartono con Evacuo davanti accanto a Gonzalez e la trazione anteriore.

Il Siena però regge l’urto concedendo però qualcosa ai grigi, pericolosi al 15’ con Evacuo. L’occasionissima capita però a Gonzalez (20’) che liberissimo dentro l’area piccola di testa appoggia tra le braccia di Moschin. Scazzola con Steffè e Bunino rimpiazza i due marcatori ma col passare dei minuti il Siena sembra più solido. Nel finale gli ospiti calano e i bianconeri va vicinissimo al terzo gol con Bunino, che pasticcia in contropiede causando però il rosso a Sosa (al 49’) che chiude virtualmente la sfida del Franchi. Per il Siena una grande prova che paradossalmente aumenta il rammarico per questo altalenante campionato.