Sarzana, 23 novembre 2017 - Non era l’umidità ma tracce di topi come avevano segnalato alcuni genitori in una lettera al sindaco Cavarra e alla dirigente scolastica Clemtina Petillo. Così, dopo le verifiche, nell’edificio di San Lazzaro che ospita le scuole elementari e materna è scattata la caccia ai topi. «Appena informati abbiamo ordinato la derattizzazione – spiega l’assessore ai lavori pubblici Massimo Baudone – Abbiamo messo le esche sia all’interno che all’esterno dell’edificio e ordinato i pannelli del controsoffitto per cambiare quelli danneggiati dalla presenza degli animali. Avevamo già fatto una derattizzazione la scorsa primavera ma il problema si è ripresentato e provvederemo ad una sanificazione generale dell’edificio. Siamo subito intervenuti anche per eliminare i miasmi che arrivavano dagli scarichi fognari».

Dopo gli interventi di messa in sicurezza dunque lavori speciali nella scuola di San Lazzaro per garantire condizioni igienico-sanitarie adeguate. Ma è stata necessaria la segnalazione dei genitori al Comune e alla direzione didattica. Gli interventi per qualche giorno creeranno disagi ai bambini per l’impossibilità di utilizzare la mensa scolastica. «Sarà questione di qualche giorno – ammette l’assessore – gli alunni dovranno mangiare in aula oppure, se sarà compatibile, potremmo utilizzare i locali del vicino circolo Arci. Ma sabato la scuola è chiusa e nei primi giorni della prossima settimana dovremmo riuscire a completare le pulizie dei locali e la sostituzione del controsoffitto danneggiato». Già da due giorni, dopo la scoperta della presenza dei topi, ai bambini di San Lazzaro tornano a mangiare a casa oppure pranzano nelle aule a panini. I genitori segnalano che i disagi sono cominciati circa due mesi fa dopo i lavori sugli scarichi fognari, con fa con odori nauseabondi che arrivavano dai bagni e la scoperta delle tracce lasciate dagli escrementi dei topi sul controsoffitto della mensa.