Ameglia, 6 dicembre 2017 -  UNA “strage” di bocciati. La corsa per aggiudicarsi l’unico posto di agente di polizia municipale indetto dal Comune di Ameglia ha sensibilmente ridotto il numero dei partecipanti. Dei 117 aspiranti vigili infatti hanno superato la prima prova soltanto in 33. La commissione composta dal comandante della polizia locale Marina Musetti,  l’agente Massimo Santi, Gioia Credenziali del Comune di Carrara e le dipendenti dell’ente amegliese Elisabetta Quadrelli e Mariella Castagna hanno effettuato la verifica del test che si è svolto lunedì mattina.

E il verdetto è stato severissimo: 33 promossi e quindi ammessi alla seconda prova scritta che si svolgerà lunedì mattina alle 9 sempre alla palestra di via Maestà, all’interno del plesso scolastico e di Protezione Civile «Don Lorenzo Celsi». Il primo test consisteva nella risposta secca alle 30 domande relative a codice della strada, amministrativo, penale, procedura penale ma soltanto in 33 hanno raggiunto, e talvolta superato, il limite minimo di 21 punti previsto per accedere al secondo step. Hanno ottenuto il via libera Chiara Parlato, Viktoria Ferdeghini Stupina, Andrea Bartolacci, Ivan Carosio, Antonino Malaspina, Lorena Pisciotta, Alberto Ercolei, Riccardo Di Rosa, Simone Ferro, Alessandra Martinelli, Martina Viani, Alessandro Palmieri, Claudia De Masi, Verusca Tavanti, Lorella Cecconi, Annalisa Fontana, Daniele Orlandini, Silvia Tassi, Stefania Baiocchi, Stella Calantoni, Eleonora Masoni, Lara Meucci, Elisa Carabici, Luca Fabrizi, Andrea Maria Faconti, Debora Fresco, Martina Giuntini, Carla Bianchi, Luca Paradisi, Arianna Bertonati, Valentino Di Franco, Roberto Mazzetti, Marisa Zanatta.