Sarzana, 13 febbraio 2018 - I teppisti “esordiscono” nella raccolta domiciliare del vetro ma non fanno i conti con la video sorveglianza. Sono stati così riprese dalle telecamere le “bravate” di due giovani l’altra notte in via XX Settembre e allegate alla denuncia presentata al Commissariato di Sarzana. Il commerciante domenica sera aveva regolarmente lasciato davanti al suo esercizio, dentro l’apposito contenitore, tutte le bottiglie di vetro vuote che avrebbero dovute essere raccolte con il servizi “porta a porta” previsto appunto ieri per gli esercizi commerciali.

Quando ieri mattina ha aperto il negozio quelle bottiglie le ha trovate in frantumi: erano state scaraventate dal lato opposto della strada, contro la vetrina di un altro esercizio commerciale. Il vandalo evidentemente non si è accorti della telecamera installata sopra il negozio che inquadra tutto quello che avviene davanti alle vetrine. Ore le immagini, peraltro molto chiare, sono state acquisite dagli agenti del Commissariato di Sarzana al quale il commerciante si è rivolto presentanto regolare denuncia.

La polizia sta ora indagando sull’episodio. Il gesto vandalico effettuato da uno dei componenti di un piccolo “branco”, evidentemente in preda ai fumi dell’alcol, è avvenuto alle 4 nella notte fra domenica e lunedì in via Settembre davanti al panificio pizzeria di Cesare Bugliani. Nelle immagini registrate dalle telecamere che il commerciante ha posizionato sopra il suo negozio si vedono chiaramente prima alcuni giovani che arrivano, uno di loro che salta su una pozzanghera d’acqua, poco dopo un altro vede il cestello contenente le bottiglie lo prende in mano lo fa roteare e poi lo lancia contro il caseggiato opposto, dall’altra parte della strada, contro la vetrina del parrucchiere. «Ieri mattina – racconta Cesare Bugliani – appena sono arrivato e ho visto quanto accaduto ho subito visionato la registrazione delle nuove telecamere che ho fatto istallare di recente.

Si vede distintamente quel giovane che scaraventa il cestello dalla parte opposta della strada. Un gesto gratuito, assurdo che avrebbe potuto anche danneggiare qualcuno visto che sul marciapiede sono rimasti sparsi i cocci di vetro e altri sono finiti nella strada. Subito dopo mi sono rivolto al Commissariato ed ho presentato denuncia contro ignoti per l’accaduto, mettendo a disposizione le immagini registrate». All’inizio di settembre qualcuno aveva smontato e rubato la telecamera esterna che Bugliani aveva installato davanti al negozio, e il commerciante aveva dovuto sostituirla con una nuova, più sofisticata e difficile da rubare o distruggere. Il timore è ora che i vandali possano fare scempio del decoro cittadino più di quanto già facciano a causa dell’esposizione dei mastelli per la raccolta ‘porta a porta ’ del vetro che da lunedì 19 partirà anche per le utenze domestiche