Prato (Montemurlo), 15 marzo 2017 - Talvolta i controlli del territorio possono dare risultati “inaspettati”, com'è successo alla Polizia municipale di Montemurlo, che durante un monitoraggio notturno finalizzato al contrasto degli scarichi abusivi di rifiuti nell'ambiente e al bracconaggio, ha immortalato due begli esemplari di lupo. Tramite l'utilizzo di dispositivi ottici, gli agenti, non senza sorpresa, hanno fotografato i due animali che, con tranquillità, stavano percorrendo un sentiero della collina.

Che a Montemurlo ci fossero i lupi non è certo notizia nuova, come conferma l'associazione “Canis lupus Italia”, sezione di Prato, che sta conducendo un monitoraggio su tutta la provincia, ma poterli vedere è cosa rara. I lupi, infatti, sono animali schivi, che non vanno demonizzati. La loro presenza sulla collina è preziosa perché contribuisce a mantenere l'equilibrio nella catena alimentare e, ad esempio, a limitare la presenza di ungulati, particolarmente dannosi per le coltivazioni. Sono prede d'elezione del lupo i cinghiali e i caprioli.