Pistoia, 4 febbraio 2018 - Un gol per tempo, un punto a testa. Finisce 1-1 il derby tra Pistoiese e Livorno. Alla fine a rammaricarsi maggiormente è la squadra arancione, rimontata da quella labronica. In realtà il pari è tutto sommato giusto. Primo tempo equilibrato, con la corsa dei padroni di casa e la maggiore tecnica degli ospiti, compassati. Al 6’ ci prova il livornese della Pistoiese, Picchi, con un diagonale dalla sinistra, dai venti metri, che si perde sul fundo. All’8’ cross dalla destra di Surraco, colpo di testa di Ferrari appostato sul primo palo, sulla ribattuta ancora Ferrari, con pallone deviato in corner. Al 12’ il pistoiese di Livorno, Valiani, contestato dai tifosi di casa, ci prova da fuori area: conclusione debole, parata a terra da Zaccagno. Al 20’ Doumbia, partito da attaccante esterno di destra e poi passato a sinistra a centrocampo, arriva sul fondo, dalla destra, e mette al centro, dove Vantaggiato colpisce di testa a botta sicura, ma Regoli sulla linea di porta respinge, salvando la Pistoiese dalla capitolazione.

Al 24’ tiro di Hamlili dal 16 metri: sulla respinta di Mazzoni, Minardi spreca da posizione centrale. Al 33’ diagonale dalla sinistra, dentro i sedici metri, di Vantaggiato, l’uomo più pericoloso dei labronici. Al 41’ bomber Ferrari approfitta di una buca di Pirrello e s’invola verso la porta: è l’1-0 arancione, con un tocco morbido di sinistro sull’uscita disperata di Mazzoni.

Ripresa su ritmi più bassi. Al 4’ tentativo velleitario, con un diagonale dalla destra, di Hamlili. Al 10’ traversone di Franco dalla sinistra, Doumbia colpisce debolmente di testa davanti al portiere arancione. Al 21’ gran conclusione di Franco dalla sinistra, bella respinta di Zaccagno. Al 31’ sugli sviluppi di un angolo dalla destra, respinta di un difensore arancione e dal limite dell’area il subentrato Mehdes trova il sette alla sinistra di Zaccagno. Una rete di eccellente fattura, che lascia attoniti gli uomini di Indiani. Nel finale di gara Franco reclama il calcio di rigore per presunto fallo di Zaccagno in uscita, mentre al 43’ Zappa tenta di sorprendere l’estremo difensore con un calcio di punizione rasoterra, ma niente da fare. La Pistoiese tenta di tutto per tornare in vantaggio, ma la capolista resiste.

Pistoiese – Livorno 1-1
PISTOIESE
(4-4-2): Zaccagno; Regoli, Priola, Terigi (46’ st Nossa), Mulas; Minardi, Picchi (19’ st Papini), Hamlili, Nardini (26’ st Zappa); Surraco (26’ st De Cenco), Ferrari.
A disp: Biagini, Tartaglione, Vrioni, Zullo, Sanna, Dosio, Cerretelli. All. Indiani
LIVORNO (4-3-3): Mazzoni; Morelli, Pirrello, Gasbarro, Franco; Luci (28’ st Montini), Bruno (17’ st Kabashi), Valiani; Doumbia (14’ st Perez), Manconi (14’ st Murilo), Vantaggiato.
A disp: Pulidori, Romboli, Perico, Gemmi, Baumgartner, Gonnelli, Bresciani, Kabashi, Zhikov. All: Sottil
Marcatori: 41’ pt Ferrari; 31’ st Murilo
Arbitro: Prontera di Bologna
Note: pomeriggio nuvoloso, temperatura 7°. Spettatori circa 2mila per un incasso di quasi 17mila euro. Ammoniti: Picchi, Ferrari (Pistoiese), Gasbarro, Luci, Mehdes, Kabashi (Livorno). Angoli 3-1 per il Livorno. Recuperi 3’ pt + 3’ st.