Montecatini, 1 settembre 2017 - Migliorano le condizioni di Riccardo Magrini, il commentatore di Europort ed ex ciclista montecatinese che si è sentito male lunedì 28 agosto negli studi di Sky Sport. Un arresto cardiaco, la corsa in ospedale al San Raffaele e il coma indotto: sono state ore di apprensione per la famiglia e per la grande comunità dei fan di Magrini, volto e voce del ciclismo dei grandi giri per Eurosport insieme a Salvo Aiello.

Le prime conferme che dopo il risveglio dal coma le cose stavano andando bene sono arrivate dal figlio Giovanni, che ha raccontato su Facebook di come il padre gli abbia stretto forte la mano poco dopo il risveglio dal coma. Magrini ha poi chiamato la redazione di "Tuttobiciweb". Una breve chiacchierata nella quale ha sorriso e scherzato: "Sto meglio, non sono più collegato ai cavi, c'è solo un problema ai reni da risolvere, ma la prossima settimana mi inseriranno un pacemaker".

Magrini è passato dalla Rianimazione alla sezione di aritmologia del San Raffaele, conosciuta a livello europeo. Magrini ha confermato che non ricorda niente di quanto è successo. Ma vuole ringraziare Lucio Rizzica, giornalista di Sky Sport che ha nei primi secondi del malore capito la gravità, praticando un massaggio cardiaco che ha contribuito a salvare la vita al commentatore durante la breve attesa dell'ambulanza.