Montecatini 13 luglio 2017 - Incendio d’auto forse doloso alle 2.30 della notte fra mercoledì e giovedì a Medicina di Pescia. Il veicolo distrutto era fra due case, sotto una tettoia. Due i testimoni: il proprietario – svegliato dall’abbaiare dei cani si è affacciato alla finestra e avrebbe visto due persone allontanarsi dall’auto incendiata – e un abitante, Francesco Matera, che stava rientrando a casa. Ha spiegato di avere incrociato un’utilitaria, che coi fari abbaglianti fissi andava a alta velocità lungo i tornanti della Provinciale.

 

«Siamo rimasti tutti scioccati – racconta il testimone – un vero e proprio attacco al paese. Ho visto l’auto in fiamme e ho chiamato i pompieri. Con Franco Bastiani, proprietario della vettura, abbiamo cercato di spegnere il fuoco. Ci sono voluti coraggio e una bella dose di incoscenza: vicino c’era una bombola del gas vuota. Sono poi arrivati i pompieri, che dopo un lavoro impegnativo hanno messo la situazione in sicurezza. Le fiamme hanno sfiorato il bosco». Le indagini ora sono dei carabinieri.