Carrara, 5 febbraio 2018 - Grande successo al Club Nautico per il trofeo Bozzello. Trionfano “Vahalalla” e “O’ mari’”. Tra la giornata di sabato e quella di ieri si è tenuta la storica regata del Bozzello organizzata dal Club Nautico di Marina. “La regata – commenta l’organizzatore Fausto Bugliani - è nata circa dieci anni fa mentre stavo assistendo ad una discussione tra due storici armatori, i quali si stavano chiedendo chi sarebbe andato più veloce. E’ lì che m’illuminai e pensai ad organizzare una gara dove il più forte si sarebbe aggiudicato un trofeo. In questi anni mi sono sempre impegnato a portare avanti questo progetto nato a tavolino e fin’ora abbiamo ottenuti consensi notevoli da parte di tutta Italia, non me l’aspettavo. Vorrei ringraziare anche il giudice nonché presidente del comitato di regata Luigi D’amico che ogni anno rende possibile la realizzazione di questa competizione”. Il ‘Bozzello’ si divide in ‘classic’ (riservata a quella categoria di imbarcazioni meno spinta, da diporto) e ‘racing’ (riservata alle imbarcazioni più spinte, da competizione). Quest’ultima è iniziata sabato alle 11 e si è conclusa ieri pomeriggio con la premiazione dell’imbarcazione ‘Vahalalla’ dell’armatore Marco Bruna, vincitore di 3 prove su 5 nella finale, riuscendo a prevalere su: ‘Digital Bravo’, ‘Mela’ e ‘Fantaghirò’. “E’ stata una gara impegnativa – dichiara il vincitore – il clima ha cercato di ostacolarci, c’era parecchio freddo, ma abbiamo trovato un vento favorevole. La giornata è stata fantastica, ci siamo divertiti proprio tutti, a partire dall’equipaggio fino ad arrivare agli organizzatori. I miei avversari erano tosti, non è stato facile avere la meglio su di loro. E’ stato bello potermi ripetere e difendere il titolo anche quest’anno, alla fine stiamo parlando di un trofeo prestigioso ed essere il campione in carica comporta avere una notevole pressione addosso. Non ho deluso le aspettative e sono riuscito a difendere il titolo anche se la pressione addosso era notevole. Spero di potermi ripetere anche il prossimo anno”.

La versione ‘classic’ invece si è svolta nella mattinata di ieri e ha visto trionfare l’imbarcazione O’ Mari’ dell’armatore Maurizio Gasparotti che ha avuto la meglio sulle seguenti imbarcazioni: ‘Snob’, ‘Mediterraneo ‘(vincitrice di numerose regate tra gli anni ’70 e ’80), ‘Escape’, ‘Mea’, ‘Nonna Ilde’ e ‘Blue Wind’. La lunghezza dei percorsi è stata di 13,5 miglia; partenza dal Club nautico, ‘giro di boa’ all’Isola del Tino e ritorno nel porticciolo del Club.