Massa, 20 marzo 2017 -  SONO stazionarie le condizioni della donna di 56 anni colpita da meningococco di tipo B. Le sue condizioni sono gravi, la prognosi infatti è ancora riservata ma non si sarebbero evidenziati peggioramenti. La donna, che è residente a Casette, è ricoverata presso il reparto di terapia intensiva e rianimazione del Nuovo Ospedale delle Apuane.

COME abbiamo scritto nell’edizione di ieri, ma è utile ripeterlo per chi non l’avesse letto, l’unità funzionale di igiene pubblica ha immediatamente attivato le procedure per la profilassi e sta sottoponendo a copertura antibiotica i familiari e le persone che nei giorni scorsi hanno avuto contatti stretti e ravvicinati con la paziente. Dall’inchiesta epidemiologica subito effettuata è risultato che la donna lunedì scorso, 13 marzo, dalle 7.30 alle 8.30 e giovedì 16 marzo dalle 7.30 alle 8.30, si trovava nel Bar Ginocchi di via Bassa Tambura, angolo via Palestro, di fronte al Distretto Sanitario di Massa Centro. «Solo ed esclusivamente per chi si trovava nel bar in quelle due date e in quell’orario – spiega l’Asl in una nota – è raccomandata la profilassi antibiotica da assumere prima possibile su indicazione medica. L’invito non riguarda coloro che si sono recati nel bar in date e orari diversi. In pratica solo chi potrebbe avere avuto contatti diretti con la donna. Per la profilassi antibiotica, gli interessati possono rivolgersi ai servizi di guardia medica, oppure possono contattare il medico reperibile del servizio di igiene pubblica tramite il centralino del Noa (0585 4931)».