Massa, 30 dicembre 2017 - Quando sono arrivati nel parcheggio di via Europa c’è stato il fuggi fuggi generale. Sono tutti corsi via per evitare di farsi identificare. Stiamo parlando dei parcheggiatori abusivi che ogni giorno affollano il parcheggio a caccia di qualche euro. Questo è stato solo uno dei servizi di controllo del territorio organizzati giovedì dalla Polizia di stato, in occasione delle festività natalizie. I servizi, nel dettaglio, erano finalizzati, come gli altri compiuti giorni fa, a garantire adeguate condizioni di sicurezza nelle aree di maggior transito, negli snodi del trasporto pubblico e nei locali. Ed è stata una giornata impegnativa per gli agenti: tra l’altro le attività si sono svolte esclusivamente con il personale, in uniforme e in abiti civili, della Questura di Massa Carrara, senza la necessità di ricorrere a rinforzi esterni. In mattinata la polizia si è fermata un po’ di tempo nel parcheggio, visto che in passato ci sono state molte segnalazioni da parte dei cittadini che lamentavano la presenza di parecchi parcheggiatori piuttosto insistenti. E all’arrivo delle volanti i giovani stranieri hanno subito smesso di indicare i parcheggi e sono corsi via, provocando anche un po’ di scompiglio tra chi era in piazza. Dopo il parcheggio i controlli si sono spostati verso la stazione e i locali lì attorno, come i kebab, giusto per controllare chi li frequenta. Tanti anche i posti di controllo per i veicoli in transito vicino alla stazione, agli altri capolinea del trasporto urbano e alle aree di sosta per le auto, che spesso sono teatro di furti. I servizi, che sono andati avanti per l’intera giornata, hanno così consentito di mantenere una costante vigilanza su alcune zone particolari, quelle segnalate dai cittadini. Si trattava di luoghi dove era più possibile la presenza di persone sospette. A molto è servita l’esperienza degli agenti che sapevano bene dove andare a controllare, in base al maggiore rischio di reati come furto o spaccio.

I servizi, tra l’altro, hanno integrato il normale dispositivo di controllo del territorio assicurato dalle volanti. Se nel pomeriggio i controlli si sono dedicati soprattuto alla verifica della legalità di prodotti pirotecnici per la notte di Capodanno, in serata la polizia si è mossa nuovamente per le strade. Visto che il centro cittadino era meno frequentato e c’erano poche persone in giro, il pattugliamento è stato esteso a Marina, dove in effetti c’era più movimento. Non solo, gli agenti si sono concentrati in zone periferiche dove era stata segnalata la possibile presenza di persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti. A quanto pare i massesi possono stare tranquilli: durante l’attività sono state identificate, anche grazie all’utilizzo di sofisticati apparati di bordo, fra cui il sistema Mercurio, 48 persone. Tra queste solo quattro avevano precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Sono stati controllati anche nove veicoli, senza che venissero riscontrate anomalie.

Monica Leoncini