Firenze, 12 luglio 2017 - La Toscana si conferma essere terra di eccellenza per l'attenzione costante al territorio, alla qualità della vita e all'ambiente rurale. Sono infatti 5 i Comuni della regione che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento de 'La Spiga Verde' promosso da Confagricoltura e assegnato da Fee Italia, la sezione italiana della ong danese Foundation for Environmental Education (che già assegna Le Bandiere Blu): si tratta di Castellina in Chianti (Siena), Massa Marittima (Grosseto), Castagneto Carducci (Livorno), Fiesole (Firenze) e Bibbona (Livorno).

Un risultato che colloca la regione sul podio, seconda solo alle Marche. Quest’anno le “spighe” sono andate a 27 comuni, da Giulianova a Gaeta passando per Lavagna, Ragusa, Numana, Ostuni o Montefalco. Sono state annunciate stamani a Roma al ministero dell’Ambiente da Fee Italia e da Confagricoltura. Fra gli indicatori ci sono la partecipazione pubblica, l’educazione allo sviluppo sostenibile, il corretto uso del suolo, le produzioni agricole tipiche, la sostenibilità e l’innovazione in agricoltura, la qualità dell’offerta turistica, gli impianti di depurazione, la gestione dei rifiuti e la raccolta differenziata, le aree naturalistiche, l’arredo urbano e l’accessibilità.

“Facciamo i nostri più vivi complimenti a questi Comuni – dichiara Francesco Miari Fulcis, presidente di Confagricoltura Toscana – che hanno saputo ottenere un prestigioso riconoscimento rispettando un percorso mirato ad una gestione ottimale del territorio, incentrato sulla massima sostenibilità. Questo risultato è frutto del lavoro dei tanti agricoltori impegnati ogni giorno nello sviluppare e mantenere il nostro territorio come oggi lo conosciamo e di cui ne sono i primi custodi.”