Firenze, 11 agosto 2017 - Pronti ad essere attivati i serbatoi d’emergenza di Panzano in Chianti. Nonostante le precipitazioni di queste ore, scarse e poco significative per ricaricare le risorse locali a fini acquedottistici ed idropotabili, Publiacqua non abbassa la guardia sul fronte siccità e, contestualmente alle integrazioni con autobotte che stanno rifornendo il sistema Barberino Val D’Elsa-Tavarnelle Val di Pesa attraverso la Centrale Sambuca e il deposito del Morrocco e alle battute straordinarie di ricerca perdite attive su tutto il territorio del Chianti e degli altri comuni più a rischio, da oggi sono pronti ad essere attivati i due serbatoi d’emergenza a servizio di Panzano in Chianti.

Una misura presa in conseguenza della costante riduzione di produzione dei pozzi a servizio della frazione e della secca del torrente Pesa. Un intervento che ha già dimostrato la sua efficacia nelle scorse siccità consentendo all’azienda di rifornire Panzano con trasporti di autobotte da Firenze verso appunto i due accumuli posizionati nei pressi del cimitero.

RIGNANO- A Rignano sull’Arno, a causa di un guasto Enel che sta interessando un impianto di Publiacqua, nelle prossime ore e soprattutto nel pomeriggio si potranno verificare abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua nella frazione San Martino. "I nostri tecnici - spiegano dalle aziende - sono già intervenuti per le manovre necessarie. Publiacqua si scusa per i disagi che questo guasto creerà loro".