Fucecchio, 19 dicembre 2017 - Il cimitero di via Pistoiese a Fucecchio avrà una bolletta elettrica ‘low cost’. Morale della favola, inciderà in maniera significativamente minore rispetto al solito sulle casse dell’amministrazione comunale alla voce ‘consumi’. Proprio così. Da venerdì scorso, è attivo un impianto fotovoltaico capace di contribuire in maniera significativa alle necessità della struttura. La più ampia del territorio amministrato dal sindaco Alessio Spinelli. «L’intervento – come spiegato dall’assessore all’ambiente, Silvia Tarabugi – rientra in un percorso più complesso e articolato di riduzione dell’impatto energetico sul territorio». In pratica, la realizzazione dell’impianto fotovoltaico, allestito sul tetto dei forni ubicati nel lato sud-est della struttura nella zona di Botteghe, è connessa alla sostituzione delle lampade votive tradizionali con altre a led. ‘Cantiere’, quest’ultimo, che interessa tutti i cimiteri del territorio.

La ditta che si è aggiudicata la gara, a suo tempo, è la Paoli di Lucca: di fatto, si occupa della gestione dell’impiantistica nei cimiteri fucecchiesi. Nel corso del rapporto con l’amministrazione fucecchiese, ha proposto uno step successivo, il fotovoltaico, sempre in chiave riduzione dei consumi e, dunque, dei costi comunali. La progettazione dell’opera è stata affidata a Maurizio Falorni e, dopo attente valutazioni su necessità, tempi di consumo energetico e altri parametri tecnici, da qualche giorno, è divenuta realtà. Ha così dato corpo a «uno degli obiettivi che questa amministrazione si è posta fin dall’inizio del mandato – mette in chiaro l’assessore Tarabugi – Quale? Ridurre l’impatto energetico intervenendo, dove possibile, tra edifici e impianti comunali così da favorire il risparmio energetico, ogni qualvolta si riveli possibile».

Entrando nel merito dell’intervento al cimitero di via Pistoiese, «sostituzione delle lampade votive e creazione dell’impianto fotovoltaico avranno evidenti benefici ambientali e non solo – continua l’assessore fucecchiese all’Ambiente – Il tutto senza assolutamente andare a intaccare l’aspetto del camposanto. Un luogo di culto, un luogo da preservare in modo tale da non andare a toccare la sensibilità di chi lo frequenta». I pannelli fotovoltaici sono installati in modo tale da non essere visibili dagli utenti, così da essere utili ma non ‘ingombranti’.