Empoli, 25 dicembre 2017 - E' meglio acquistare i regali di Natale in negozio o online? Ecco come hanno risposto gli empolesi.

PERCHE' ONLINE

 Acquistare articoli sul web è pratica comune ormai. Ordinare a colpi di clic vestiti, scarpe, giochi e pacchetti viaggio è consuetudine per adulti e adolescenti. Ma per Natale, gli empolesi hanno scelto di fare regali online? Affermativo, per i più. «Certo, ho fatto regali ordinando prodotti su internet - esordisce Alessandra Barbato - lo shopping digitale è di moda e aiuta per le feste». Poi Marco Carrai. «Sì al dono di Natale online. E’ molto più comodo rispetto allo shopping tradizionale e più conveniente». Questo il parere invece di Sofia Lenzini. «Su internet si possono trovare buoni sconti e le spedizioni per altro sono sicure e veloci. Ho già acquistato regali così negli ultimi giorni». Dice la sua anche Rachele Giugni. «Comprare un pensierino per amici e parenti sui siti specializzati? Perché no. La scelta è vasta e immediata. Si coniugano convenienza e comodità». Così Paolo Bellucci. «Online spesso si risparmia. Comprare in rete regali di Natale è una buona idea». Infine Katie Russolillo. «Accendere il proprio pc e fare ordini è indiscutibilmente una comodità. Si rischia, forse, solo di perdere un po’ di fascino, ma è una pratica ormai ben collaudata e caratteristica dei nostri giorni».

PERCHE' IN NEGOZIO 

«Scegliere e acquistare i regali di Natale online? No. Così si sperde la magia». Il romanticismo della tradizione insomma. Una buona fetta di empolesi resta ancorata alle pratiche di sempre e si dice contraria al regalo natalizio via web. «Preferisco vedere di persona la merce prima dell’acquisto - spiega Lorenzo Beneventano - no al regalo di Natale via internet». Poi Andrea Ferraro. «Scelgo fidandomi delle mie personali sensazioni. I doni di Natale da fare ai propri cari sono cosa seria, perciò li acquisto in negozio e non online». Al riguardo dice la sua anche Lorenzo Ferraro. «A Natale è emozionante la ricerca e lo scambio del dono. Non ammazziamo la magia con le nuove tecnologie». Poi l’opinione di Jacopo Paci. «Faccio il tifo per il buon, vecchio e sano shopping anche e soprattutto in occasione delle feste. Perché omologarsi ai tempi che cambiano o alle pratiche in voga?». Clara Perrone afferma: «Sì al Natale tradizionale, no allo shopping virtuale», Anna Cappello conclude: «I doni si acquistano nei negozi e nelle bancarelle, ma soprattutto si consegnano di persona. Quindi no all’acquisto sul web. Non togliamo fascino a una festa come il Natale».