Limite sull'Arno, 13 gennaio 2018 - Oggi verrà dato l'ultimo saluto a Matteo Carmignato, il giovane di nemmeno diciotto anni morto in casa per un malore, mentre era al telefono con un amico. Una morte improvvisa che ha lasciato un vuoto incolmabile in tutti coloro che lo conoscevano. A partire dai compagni di squadra, dai dirigenti e dallo staff dell’Us Limite e Capraia, dove Matteo è cresciuto e dove attualmente giocava nella squadra juniores.

Proprio la società ha lanciato una raccolta fondi per aiutare la famiglia Carmignato a sostenere le spese del funerale. «Abbiamo deciso di avviare una rapida e urgente raccolta di contributi con l’obiettivo di aiutare la famiglia del nostro Matteo a sostenere le spese funebri – ha spiegato il team sulla propria pagina Facebook – In questo momento di profondo dolore e di sgomento, siamo a invitarvi a un atto di solidarietà, partecipando a questa iniziativa».

Sulle cause della morte del giovane, avvenuta mercoledì sera, intorno alle 19.30, sono stati svolti accertamenti all’ospedale di Torregalli. Lì la salma è stata trasportata nel pomeriggio di giovedì, lì è rimasta per tutta la mattina di ieri. Nel pomeriggio è stata trasferita ed esposta alle cappelle del commiato dell’ospedale San Giuseppe. Occhi gonfi, lacrime, abbracci per combattere il senso di solitudine che un vuoto così improvviso lascia in ognuno.

Nei familiari, negli amici, quelli di scuola come quelli incontrati sui campi di calcio, una grande passione di Matteo. Il 17enne, che sarebbe diventato maggiorenne il 5 febbraio prossimo, frequentava l’istituto superiore Ferraris-Brunelleschi. La scuola di via Sanzio ha inviato un comunicato di cordoglio a nome della dirigente scolastica Daniela Mancini che «insieme ai docenti dell’istituto e ai compagni della classe quarta C Informatica partecipano al dolore per la perdita improvvisa del caro Matteo Carmignato, prematuramente scomparso. Partecipi insieme al dolore della famiglia ci stringiamo in un abbraccio nel ricordo di Matteo». Parole toccanti in attesa del funerale che si terrà questa mattina in forma civile. Il feretro di Matteo partirà alle 10 dalla sua abitazione di via Palandri e proseguirà direttamente per il cimitero di Limite sull’Arno dove sarà sepolto.