Arezzo, 21 aprile 2017 - E’ nell'olimpo del Premio Strega: è entrato nella dozzina dei potenziali vincitori: è Vanni Santoni, il giovane scrittore valdarnese. Ieri il comitato direttivo del premio, presieduto da Melania Mazzucco, ha ufficializzato la lista delle 12 opere che si contenderanno il riconoscimento.

E fra queste figura  «La stanza profonda», l’ultimo romanzo dell’autore montevarchino, edito da Laterza, la casa editrice che per la prima volta partecipa agli Oscar della letteratura made in Italy. Il libro è stato candidato da Silvia Ballestra e Alessandro Barbero.

Trentanove anni, laureato in scienze politiche, ha già alle spalle una lunga bibliografia, concorre con un lavoro che descrive il mondo dei giocatori di ruolo, antesignano dello sviluppo di due fenomeni: l’industria dei videogiochi e i social.

«Che dire… Grazie anzitutto a Laterza – ha scritto ieri Santoni nel suo blog Sarmizegetusa – e alla sua direttrice Anna Gialluca che ha creduto subito e con forza in questo libro (e nel suo predecessore Muro di casse, da cui di fatto sgorga la Stanza)». «Per me era già una grande vittoria essere al premio, lo è ancor più stare tra i dodici, e spero di continuare a far bene», ha concluso, ricordando che ieri è arrivata la notizia di una terza edizione.

Le fatiche degli aspiranti al successo finale, adesso, saranno esaminate dalla giuria formata quest’anno da 660 votanti. Mercoledì 14 giugno, la prima votazione per selezionare la cinquina dei finalisti e il 6 luglio la proclamazione del vincitore al Ninfeo di Villa Giulia a Roma.