Francesco Belluomini
Francesco Belluomini

Camaiore (Lucca), 18 giugno 2018 - La cinquina finalista del XXX Premio Letterario Camaiore – Francesco Belluomini è composta da Dino Azzalin (Il pensiero della semina, Crocetti Editore), Alberto Bertoni (Poesie 1980-2014, Aragno), Chiara Carminati (Viaggia verso, Bompiani), Isabella Leardini (Una stagione d’aria, Donzelli) ed Enrico Testa (Cairn, Einaudi). Vincitore del Camaiore proposta 'Vittorio Grotti' è Simone Burratti con 'Progetto per S.' (Nuova Editrice Magenta). Vincitore del Premio Internazionale è lo statunitense Joy Hario, autore di 'Un delta nella pelle' (Passigli), mentre il Premio speciale è stato attribuito a Mario Baudino per 'La forza della disabitudine' (Aragno).

Menzioni speciali per Carlo Villa (Retrostrato, Società Editrice Fiorentina), Antonio Carollo (Poesie, Edizioni Tracce) e Keaton Henson (Idiot verse, Giovane Holden Edizioni, nella traduzione di Silva Peracchia).

Ecco dunque i selezionati - durante una riunione presso l'Hotel Bixio di Lido di Camaiore - dopo la designazione della prima rosa dei libri e degli autori candidati al Premio, scelti tra oltre 130 partecipanti, dalla quale sono stati evidenziati i titoli delle 5 opere finaliste, del vincitore del Premio Internazionale, del Camaiore Proposta, il Premio speciale e le menzioni speciali, queste ultime due selezionate su indicazione del Presidente. La Giuria Tecnica, presieduta da Rosanna Lupi, è formata da Corrado Calabrò, Emilio Coco, Vincenzo Guarracino, Paola Lucarini, Renato Minore e Mario Santagostini. La serata finale si svolgerà il prossimo 15 settembre all'Una Hotel di Lido di Camaiore.

“Aver intitolato il premio alla memoria di Francesco Belluomini – spiega il sindaco Alessandro Del Dotto - è un tributo che abbiamo voluto fortemente, sia per la donazione che ha fatto a tutti noi di questo patrimonio, sia per la rilevanza che l'attività letteraria di Belluomini assume nel panorama culturale camaiorese. Ho chiesto al Consigliere Andrea Boccardo di affiancare, con una delega speciale, la presidente Lupi così da far sentire ancora di più il sostegno dell'Amministrazione Comunale a tutta l'organizzazione del Premio”.

Nella rosa dei 21 nomi finalisti figuravano Ulisse Casartelli (L’immensità della cenere, Marco Saya Edizioni); Evaristo Seghetta (Paradigma di Esse, Passigli Editore); Mirko Cremasco (Le intermittenze della pioggia, Campanotto Editore); Leone D’Ambrosio (La casa e l’assenza, Edizioni Ensemble); Francesca Farina (Repertorio dei cieli, Domograf); Marcello Fois (L’infinito non finire e altri poemetti, Einaudi Editore); Giovanna Iorio (Succede nei paesi, Edizioni Fara); Marica Larocchi (Di rugiada e cristalli, Book Editore); Giulio Maffii (Angina d’amour, Arcipelago Itaca); Vito Moretti (Le cose, Tabula fati), Roberto Mosi (Navicello etrusco. Per il mare di Piombino, Edizioni Il Foglio), Daniela Pericone (Distratte le mani, Coup d’idée Edizioni); Elisabetta Pigliapoco (La Luce di taglio, Archinto Editore); Annalisa Rodeghiero (Versodove, Blu di Prussia Editrice); Silvia Salvagnini (Il seme dell’abbraccio. Poesie per una rinascita, Bompiani); Zingonia Zingone (Le tentazioni dellla luce, Edizioni della Meridiana).

Per il Camaiore Proposta, insieme a Burratti: Kabir Yusuf Abukar (Reflex, LietoColle); Andrea Biondi (Le campagne hanno bocche, Edizioni Fara); Mattia Cenci (Ýlan, Fusibilia Libri); Luca di Bartolomeo (Poesie dell’immaturità, Gianni Petrizzo Editore); Christian Fucilli (Era l’anno 1996, Giovane Holden Edizioni); Daniela Gentile (Nulla sanno le parole, Pietre Vive). Premio Internazionale: Juan Arabia (Il nemico dei Thirties, Samuele Editore); Julieta Valero (I feriti gravi e altre poesie, Raffaelli Editore). 

Michele Brancale