Quotidiano Nazionale logo
9 mag 2022

Spoleto tenta il colpaccio ma per l’Orvietana è festa

ORVIETANA

1

DUCATO SPOLETO

1

ORVIETANA: Frola, Lanzi (62’ Biancalana), Flavioni, Guinazu, Greco, Fapperdue, Proietti (62’ Cotigni), Guazzaroni (74’ Baci), Keita (62’ Di Patrizi), Bracaletti, Nicodemo. All. Ciccone

DUCATO: Desideri, Sbardellati (46’ Colalelli), Pazzogna, Ammenti (76’ Radici), Cacciotti, Mereu, Cuna, Scatolini (66’ Toppo), Luparini (86’ Pitzettu), Di Nicola, Lakhdar (66’ Romeo). All. Di Tanna

Arbitro: Verdoliva di Terni (Mariani – Muzi) Marcatori: 54’ Di Nicola, 86’ Greco

ORVIETO – La Ducato prova a rovinare la festa, l’Orvietana recupera e la partita della Festa finisce in parità. Di Nicola aveva portato avanti gli spoletini dopo 54’, approfittando di un retropassaggio pericoloso di Fapperdue che metteva in difficoltà Frola, attaccato da Di Nicola al momento del rinvio. Palla dentro, azione al limite del fallo, approvata dall’assistente e convalidata dall’arbitro. L’Orvietana aveva avuto l’opportunità del vantaggio nel primo tempo con un rigore. Il capitano, Bracaletti, solitamente un cecchino, trovava lo stop di Desideri. Il pari arrivava a 4 minuti dal 90mo, con un sinistro maligno di Greco. Pareggio giusto, poi la festa, con tanti personaggi che hanno fatto la storia dell’Orvietana. Graditissima presenza quella di Umberto Caporossi, classe 1934, che militò nelle fila biancorosse a metà anni ’50. Maestro di cerimonia il Presidente, Roberto Biagioli e la conferma, da parte di Alvaro Arcipreti, sulla intenzione di restare a Orvieto

Roberto Pace

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?