Novara, 14 aprile 2018 - La Ternana si conferma la bestia nera del Novara. Gli umbri bissano il successo (2-1) della passata stagione, anche allora da ultima in classifica. Le Fere rivitalizzate dalla cura De Canio, vincono quasi senza accorgersene contro un Novara imbarazzante.

Primo successo esterno, dopo 6 pareggi e 11 sconfitte nelle precedenti 16 trasferte. Ternana che torna a fare bottino pieno lontano dal "Libero Liberati" dopo quasi un anno, l'ultima vittoria e' data 18 maggio 2017 (ad Ascoli per 2-1). La gara si sblocca sul colpo di testa di Carretta su traversone dalla sinistra dell'ex Signori.

Nella ripresa due "papere" del giovane portiere Montipò portano al raddoppio di Favalli, sinistro non imprendibile sul primo palo, il tris con Carretta, sinistro rasoterra sul secondo palo che sorprende Montipo' nuovamente incerto. Novara che vede gli spettri della retrocessione diretta con un calendario proibitivo, Ternana che torna a sperare in una clamorosa salvezza.

Il tabellino

NOVARA (4-3-1-2): Montipò; Golubovic, Del Fabro, Chiosa (1' st Mantovani), Calderoni (22' st Seck); Moscati, Casarini, Orlandi; Sansone (22' st Di Mariano); Puscas, Maniero. In panchina: Farelli, Benedettini, Troest, Sciaudone, Macheda, Lukanovic, Ronaldo, Dickmann, Bove. Allenatore: Di Carlo

TERNANA (4-3-1-2): Sala; Defendi, Gasparetto, Signorini, Favalli; Statella, Paolucci (27' st Varone), Signori (19' st Valjent); Tremolada; Carretta, Montalto (36' st Piovaccari. In panchina: Plizzari, Bleve, Angiulli, Finotto, Ferretti, Repossi, Rigione, Zanon, Bordin. Allenatore: De Canio.

Arbitro: Rapuano di Rimini.

Marcatori: 34'pt Carretta; 13'st Favalli, 25'st Carretta.

Note: spettatori 3844 per euro 25.525. (paganti 1105 per euro 10.158; abbonati 2739 per euro 15.3656). Ammoniti Favalli, Tremolada. Angoli 6-2 per il Novara. Recupero: 1', 5'.