Stefano Vecchi apporterà modifiche alla formazione scesa in campo a Modena, capace di ribaltare lo svantaggio solo dopo aver cambiato diversi interpreti. E così, stavolta, l’allenatore cambia dall’inizio, in tutti i reparti. In difesa, davanti a Poluzzi, Vecchi conferma tre interpreti su quattro nel 4-3-1-2 scelto....

Stefano Vecchi apporterà modifiche alla formazione scesa in campo a Modena, capace di ribaltare lo svantaggio solo dopo aver cambiato diversi interpreti. E così, stavolta, l’allenatore cambia dall’inizio, in tutti i reparti.

In difesa, davanti a Poluzzi, Vecchi conferma tre interpreti su quattro nel 4-3-1-2 scelto. Cambia infatti il terzino sinistro, con l’ingresso di Fabbri per Davi.

In mezzo al campo, invece, dovrebbe "pagare" l’ex grifone Leandro Greco. Vecchi, infatti, rispetto all’ultima uscita pare intenzionato a confermare Karic e Gatto, mentre al posto del play ci sarà Beccaro.

Il trequartista che agirà alle spalle della coppia d’attacco sarà Casiraghi, mentre cambia la coppia offensiva: dentro, dall’inizio, Fischnaller e Rover al posto di Magnaghi e Turchetta.

Il Sudtirol è reduce dal successo in rimonta. "Sicuramente è una bella risposta a livello di risultato e per la reazione tra primo e secondo tempo. Abbiamo fatto un primo tempo imbarazzante, male, brutto. Il Modena ci ha messo in difficoltà, ma noi eravamo apatici, lenti, poco aggressivi, ci scottava la palla tra i piedi", aveva dichiarato Vecchi.

La forza del gruppo, come ha sottolineato Hamza El Kaouakibi, terzino del Sudtirol.

"Sappiamo che possiamo giocarcela contro tutti, non dobbiamo pensare però a niente, nemmeno alla classifica, bensì ottenere il meglio partita dopo partita e poi vedremo. Qualcuno superiore a noi? A livello di nomi alcune squadre possono avere qualcosa in più, ma la nostra forza è il gruppo: nel calcio i nomi contano fino ad un certo punto, andiamo avanti per la nostra strada, consapevoli di essere forti".