Seduti davanti a un portone, anziano residente chiede di spostarsi e lo minacciano con una pistola giocattolo

Spello, i quattro giovani hanno tra i 16 e i 19 anni, sono stati denunciati per minaccia aggravata

Carabinieri
Carabinieri

Spello (Perugia), 3 febbraio 2024 – Il fatto, accaduto a Spello, è successo qualche giorno fa. Subito partite le infagini, i Carabinieri hanno individuato i responsabili. Secondo la ricostruzione da parte dell'Arma dei Carabinieri, un uomo di 73 anni, nel rientrare a casa, aveva trovato quattro ragazzi seduti sui gradini del portone di ingresso. Alla richiesta da parte del settantatreenne di allontanarsi, era nato un acceso diverbio. Uno dei giovani avrebbe quindi puntato alla testa dell'uomo una pistola nera, premendo il grilletto, fortunatamente senza conseguenze poiché, come è stato successivamente accertato, si trattava di un'arma giocattolo.

L'anziano, spaventato, ha chiamato il Numero unico di emergenza 112. I militari della stazione carabinieri di Spello, giunti poco dopo sul luogo, hanno identificato i quattro ragazzi che nel frattempo si erano allontanati. I successivi accertamenti condotti dai carabinieri e l'acquisizione delle immagini di videosorveglianza di alcune telecamere presenti nella zona hanno permesso di ricostruire l'intera vicenda e di ritrovare la pistola giocattolo, nascosta all'interno di una fioriera nelle vicinanze.

I carabinieri della stazione di Spello, al termine di un'attività di indagine, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Spoleto e alla Procura della Repubblica dei minorenni di Perugia quattro giovanissimi - due 19enni, un 17enne e un 16enne - nell'ambito delle indagini seguite alla lite con l’anziano minacciato con l'arma giocattolo, a Spello. I fatti risalgono a pochi giorni fa. I quattro ragazzi sono stati denunciati per il reato di minaccia aggravata.