di Sofia Coletti Tutti in fila per un posto al sole. Il casting alla ricerca di comparse per il nuovo film di Pupi Avati su Dante Alighieri ha fatto subito il botto. Già le premesse, del resto, erano chiare con oltre tremila domande di partecipazione arrivate in poco tempo allo Studio Lumière e all’Associazione Mestieri del Cinema Umbri che farà da base logistica per tutto il percorso delle riprese, dal 28 giugno al 31 luglio a Perugia, Assisi, Foligno, Bevagna, Spoleto e in Valnerina. E ieri, finalmente, il grande giorno è arrivato: alle audizioni hanno partecipato più di 250 persone, di tutte le età. "Per...

di Sofia Coletti

Tutti in fila per un posto al sole. Il casting alla ricerca di comparse per il nuovo film di Pupi Avati su Dante Alighieri ha fatto subito il botto. Già le premesse, del resto, erano chiare con oltre tremila domande di partecipazione arrivate in poco tempo allo Studio Lumière e all’Associazione Mestieri del Cinema Umbri che farà da base logistica per tutto il percorso delle riprese, dal 28 giugno al 31 luglio a Perugia, Assisi, Foligno, Bevagna, Spoleto e in Valnerina.

E ieri, finalmente, il grande giorno è arrivato: alle audizioni hanno partecipato più di 250 persone, di tutte le età. "Per evitare assembramenti – racconta Federico Menichelli, presidente dell’Associazione, affiancato da Matilde Pennacchi di Studio Lumiere – abbiamo centellinato e dilazionato le convocazioni. Ma le richieste sono davvero tante e già lunedì ci sarà un secondo casting. Entro il week-end contatteremo tutti".

Il provino dura una decina di minuti: c’è da compilare una scheda, scattare le foto, rispondere a qualche domande. Al termine tutti sperano di entrare nel cast. "Questo provino è una grande opportunità, mi piacerebbe essere presa – ci racconta Lucia Giuliani – Sono un’insegnante, nel tempo libero faccio teatro e sarebbe interessante vivere il set e l’epoca dantesca. Ho già avuto piccoli ruoli in una serie Disney e in Don Matteo".

Antonella Callaioli è una veterana dei set. "Da due anni faccio questo mestiere, come comparsa e in piccoli ruoli ho recitato in undici film – sottolinea con entusiasmo – Ho appena finito “Gucci“ di Ridley Scott, ho avuto un ruolo bellissimo, ero una suora che ha portato un bambino a Lady Gaga". Ovviamente questa è un’occasione imperdibile. "Sono arrivata apposta da Città della Pieve dove abito. Di fronte a Pupi Avati non potevo non essere qui". E come è andato il il provino? "Molto bene, sono soddisfatta, ci spero proprio". Dalle audizioni esce una coppia di giovani fidanzati, Alessandro Ricci e Silvia Alunno. Il primo, appena laureato in Chimica a Perugia, ha già parecchie esperienze alle spalle. "Insieme a mio padre – racconta – ho recitato parecchie volte, siamo stati sul set de “I Medici“ e “Il nome della Rosa“. Insomma sempre in ambito medievale, anche adesso mi hanno detto che ho la faccia giusta. Mi piacciono queste esperienze, è bello incontrare attori famosi e vedere il mondo del cinema. Appena ho visto l’annuncio ho mandato la mia candidatura. Però non penso di fare l’attore. Sarebbe bello ma credo di non avere le capacità". Al suo fianco Silvia. "Sono di Mantignana, ho 21 anni e studio Tecniche di radiologia all’Università. Per me è la prima volta, ho deciso di provarci e sarebbe interessante entrare in questo mondo".

"Per noi dell’Associazione – sottolinea Federico Menichelli – questa è l’occasione per creare un data base delle comparse umbre. Dopo i casting seguiremo la produzione per cinque settimane in Umbria, più un’altra settimana a settembre. Siamo una bella squadra e stiamo creando un vero movimento di professionisti e maestranze che lavorano nel territorio. Far parte di un film che girerà il mondo è un sogno che si avvera".