Il Pd: "Entrate molto più basse del previsto"

Il Consiglio Comunale di Terni rinviato l'assestamento di bilancio 2024. Pd e 'Innovare per Terni' chiedono prudenza nelle spese, evidenziando scarsi incassi e necessità di garantire equilibri finanziari.

Il Pd: "Entrate molto più basse del previsto"

Il Pd: "Entrate molto più basse del previsto"

Assestamento di bilancio rinviato, Pd e ’Innovare per Terni’: "Impegni di spesa solo dopo gli incassi". Nell’ultima seduta del consiglio comunale gli esponenti di opposizione sono intervenuti in merito all’assestamento di bilancio 2024 e sulla salvaguardia degli equilibri, anche a garanzia della correttezza della verbalizzazione, facendo notare che il protocollo della delibera in discussione era diverso da quello previsto nell’ordine del giorno con la differenza di due delibere di variazione. Con voto unanime del Consiglio si è deciso il rinvio alla prossima seduta. "Nel merito dell’atto – precisano gli esponenti di Pd ed ’Innovare per Terni’ - abbiamo segnalato che gli impegni di spesa, si possono e si debbono prevedere dopo la certezza dell’incasso delle entrate. Ad esempio per l’Imu a fronte di 24,8 milioni di previsione di entrate al 21 maggio ne erano stati incassati 3,8 milioni e a metà giugno la cifra arriva circa a soli 4,1 milioni. Per le entrate da violazione del codice della strada la situazione è ancora peggiore, il Comune ha incassato un decimo della previsione di entrata, tanto da dover ricorrere ad una rideterminazione delle previsioni di incasso. Anche per il fondo di riserva per eventuali necessità è stato abbassato al minimo previsto, quando a nostro avviso andava lasciato un margine di sicurezza più ampio. Saremo vigili sulla gestione economico finanziario e attenti su eventuali operazioni che solo per scopi elettorali, metterebbero a rischio la tenuta delle casse dell’ente".