Carabinieri, bilancio 2023. Contrasto a furti e truffe. Massima attenzione ai reati da ’codice rosso’

Poi l’attività di prevenzione nelle scuole: incontri con 6.700 studenti .

Carabinieri, bilancio 2023. Contrasto a furti e truffe. Massima attenzione  ai reati da ’codice rosso’
Carabinieri, bilancio 2023. Contrasto a furti e truffe. Massima attenzione ai reati da ’codice rosso’

Prevenzione e vicinanza alla popolazione. Per contrastare furti, truffe. Per sradicare le violenze da codice rosso, che sono un fenomeno ben presente nella provincia di Perugia e sul quale, assicura il comandante provinciale, colonnello Sergio Molinari, l’attenzione è massima. Andando allei numeri, le chiamate al numero unico di emergenza sono state 48.555 e circa 8mila al numero di emergenza ambientale. Sono stati 36.350 servizi esterni e 3.600 quelli ordine e sicurezza pubblica, per un impiego di 75mila militari. Il risultato sono state 115.080 persone controllate e oltre 85.500 mezzi verificati. Nel contrasto alla criminalità, sono 466 gli arresti (di cui, 25 per furto e 8 per rapina) e il deferimento in stato di libertà di altri 3.830 soggetti. Elevato anche l’impegno per il contrasto allo spaccio di stupefacenti, con 60 arresti, 111 denunce e oltre 39 chili di sostanze stupefacenti sequestrati per la successiva distruzione, "non da ultimo – sottolineato il comandante – il sequestro della nuova metanfetamina, il più consistente in Italia finora".

Nel corso dell’anno numerose sono state inoltre le iniziative di prevenzione. Sono stati organizzati incontri in 105 istituti scolastici con circa 6.700 studenti delle scuole primarie e secondarie, iniziativa che proseguirà anche nel 2024. Allo stesso modo, importanti sono stati gli eventi e le campagne informative per il contrasto delle truffe, fattispecie delittuosa sempre più ricorrente anche nello spazio virtuale, nonché quelli con i cittadini in seguito a richieste di residenti e associazioni. I carabinieri forestali hanno arrestato una persona, segnalato all’autorità giudiziaria altre 261, per un totale di 391 violazioni, elevando 1.142 contestazioni amministrative per un valore di 560.614 euro, effettuando 49 sequestri penali e 42 amministrativi, nell’ambito di 23.094 controlli. Il Nas ha effettuato 1.108 ispezioni, eseguito 2 arresti, denunciato 34 persone per 74 violazioni penali, elevato 211 contestazioni amministrative per 149.390 euro, nonché eseguito 53 sequestri amministrativi per 289.700 euro e 10 sospensioni di attività per l’ammontare di 5.340.00 euro. Il Nucleo per la tutela del patrimonio culturale ha effettuato 341 ispezioni, denunciato 62 persone per contraffazione e illecita commercializzazione di opere d’arte, con 133 beni archeologici e antiquariali sequestrati.

L’Ispettorato del lavoro ha effettuato 137 ispezioni, controllando 1.099 posizioni lavorative, da cui ne sono emerse 170 "in nero", 479 lavoratori irregolari, 30 lavoratori clandestini, confluiti in 188 denunce penali ed 1 persona arrestata, 54 sospensioni delle attività controllate, del valore di 228.150 €, e sanzioni per i trasgressori pari a 731 contestazioni amministrative del valore totale di 638.940 euro. Il Nucleo operativo ecologico ha eseguito oltre 14 controlli, segnalando all’autorità giudiziaria 23 persone.