Adesso il Cassero cambia strada. Un semaforo prima della rotonda

Dalla prossima settimana gli interventi sulla viabilità lungo le mura: spostato il pozzetto che bloccava il cantiere

Adesso il Cassero cambia strada. Un semaforo prima della rotonda
Adesso il Cassero cambia strada. Un semaforo prima della rotonda

Sin dalla prossima settimana il traffico attorno alle mura subirà un’importante modifica con l’immissione di un semaforo, in vista della realizzazione della nuova rotonda inserita nella variante del Cassero. "Con la fine del periodo delle festività natalizie, dopo l’Epifania, sarà attivata la modifica alla viabilità lungo viale Nazario Sauro, necessaria per la realizzazione della rotatoria del Cassero, un progetto strategico per la riqualificazione dell’intera area, i cui lavori stanno ora procedendo regolarmente".

La precisazione dell’assessore Riccardo Carletti è legata al rinvenimento di un pozzetto elettrico da 20 mila volt, che non era stato segnalato in sede di conferenza dei servizi e che ha rallentato i lavori nelle ultime settimane. Il pozzetto di media tensione, riemerso dagli scavi, è stato poi spostato e il cantiere regolarmente ripartito. Le opere per la realizzazione della variante entreranno nel vivo nei prossimi giorni in base a quanto Carletti ha riferito in risposta al consigliere Andrea Lignani Marchesani (Castello Civica).

L’esponente della minoranza aveva sollevato la "necessità di accelerare i lavori", anche a fronte dell’imminente installazione di un impianto semaforico provvisorio e la relativa contrazione dei parcheggi. Il cantiere per la variante del Cassero era stato già interessato da altri precedenti stop, la prima legata alla vicenda di ‘esproprio’ con un privato della zona, poi il rinvenimento del ponte medievale, circostanze che avevano rallentato i lavori. In relazione alla centralina elettrica: "Abbiamo dovuto attendere un paio di settimane per il suo spostamento, perché si sarebbe ritrovato proprio sotto le corsie della futura rotatoria", ha spiegato l’assessore.

Per il nuovo semaforo: la direzione dei lavori e il coordinamento sicurezza del progetto hanno predisposto una modifica del layout di cantiere, che prevede un accesso diretto entrata-uscita a piazzale Ferri all’altezza del monumento dell’Arma dei Carabinieri, "così da minimizzare le interferenze, e quindi tempi di attesa, durante la fase di realizzazione della rotatoria". Il semaforo di imminente attivazione gestirà il traffico tra via Antimo Marchesani e le due direzioni di viale Sauro". Lignani ha chiesto infine che "venga definita una modalità di funzionamento del semaforo stesso che, per minimizzare i disagi, tenga conto della diversa intensità dei flussi di traffico nel corso della giornata".