Scuola di vela per tutti. L’Assonautica e i disabili. Una base di eccellenza con Fissore e Macera

Da anni molti giovani si sono avvicinati a questo sport con passione. Ora c’è una battaglia legale per gli spazi che ospitano i servizi .

Scuola di vela per tutti. L’Assonautica e i disabili. Una base di eccellenza con Fissore e Macera
Scuola di vela per tutti. L’Assonautica e i disabili. Una base di eccellenza con Fissore e Macera

C’é nautica e nautica sulla costa toscana: c’è quella dei grandi costruttori di super-mega-yachts da miliardi e c’è la nautica minore, quella dei gozzetti e delle vele. A queste ultime si dedica un circolo atipico, con la “mission” principale di avvicinare giovani alla piccola nautica: è l’Assonautica, ente supportato da Unioncamere, dal ministero. L’Assonautica di Livorno è scuola vela permanente e gratuita per i diversamente abili, con una piccola ma importante dotazione di barche a vela ad hoc- monotipi olimpici 2.4, Martin 16 e più recentemente Hansa 303- e istruttori federali FIV a capo dei quali c’è fin dalla fondazione lo skipper Beppe Fissore (fotina a destra), vincitore a suo tempo di importanti regate internazionali nelle classi One Ton. Oggi l’Assonautica si tiene tenacemente attaccata a un’area subito fuori dal porto mediceo, stata anche di una piccola darsena dove opera con due pontili galleggianti adatti all’imbarco e lo sbarco dei disabili in carrozzella, grazie anche a una piccola gru specializzata per loro. Fondata nel 1992, l’Assonautica di Livorno è cresciuta grazie alla passione dei soci, ma anche dal supporto di tanti sponsor locali: dall’Azienda mezzi Meccanici all’Authority, dalla OLT - che ha donato una gru elettrica - alla Lusben Craft del gruppo Benetti e D’Alesio. Grazie a questa passione, che ha coinvolto molti dei circa 200 soci, l’Assonautica di Livorno è diventata anche il punto d’appoggio ufficiale delle classi aperte ai diversamente abili.

L’Assonautica si tiene “tenacemente attaccata” ai suoi spazi perhè, dopo più di trent’anni è stata messa sotto accusa dalla burocrazia dell’Autorità di sistema, con ricadute nella Guardia Costiera e negli uffici comunali-, per i due container (donati a suo tempo dagli stessi enti pubblici) degli uffici e degli spogliatoi. In un procedere a catena di ingiunzioni, la concessione demaniale attualmente é sospesa, un tratto di piazzale è stato richiesto in restituzione e il presidente in carica si è dimesso per le accuse (anche penali) di abuso edilizio. E’ stato sostituito dall’istruttore Fissore mentre alla presidenza del gruppo vela è stato chiamato l’atleta disabile Igor Macera, protagonista di un recente giro d’Italia deciso a difendere e rilanciare la scuola per i portatori di handicap. Anche il difensore civico della Toscana ha chiesto che sia studiata dagli enti una onorevole sanatoria. Igor e Beppe stanno già lavorando per la prossima nuova edizione della settimana velica internazionale. Lo stesso Igor scenderà in gara, deciso a rimpinguare il proprio palmares di plurimo vincitore nella classe 2.4. Intanto l’Assonautica svolge attività per il parco naturale della Memoria, porta in giro in piccole crociere giornaliere gruppi di giovani delle associazioni toscane, si offre come punto d’appoggio alla Protezione Civile e alla onlus Marevivo.