Calcio, tanto calcio, ma non solo calcio… La vita sportiva di Fernando Sisti si è dipanata per quasi quarant’anni tra le colline del Chianti con tanta passione e qualche sacrificio ben ripagato da una fitta rete di rapporti umani e di amicizie. "Nel 1981 – ricorda l’attuale presidente del Castellina in Chianti (nella foto) - abbiamo...

Calcio, tanto calcio, ma non solo calcio… La vita sportiva di Fernando Sisti si è dipanata per quasi quarant’anni tra le colline del Chianti con tanta passione e qualche sacrificio ben ripagato da una fitta rete di rapporti umani e di amicizie.

"Nel 1981 – ricorda l’attuale presidente del Castellina in Chianti (nella foto) - abbiamo fondato la squadra amatori del Sangallo che comprendeva anche una sezione di ciclismo: oltre a giocare a calcio, partecipavamo a raduni ciclistici regionali ed organizzavamo quello di Rocca delle Macìe. Le biciclette le abbiamo abbandonate nel 1997".

E l’attività calcistica?

"E’ sempre proseguita a livello amatoriale anche quando, chiudendo nel 1997 l’attività il glorioso Castellina che aveva militato anche in serie D, ci trovammo ad organizzare una squadra per la Terza categoria. In panchina c’era l’indimenticato Fabrizio Scarpellini".

Saliste anche in Seconda?

"Sì, sotto la guida di Donato Ricigliano vincendo anche la Coppa Provinciale. Io ero il presidente, svolgendo varie mansioni all’interno della società grazie alla preziosa collaborazione di numerosi consiglieri. Nel 2009 abbandonammo il calcio a 11 per i lavori al campo sportivo e ci dedicammo al calcio a 5 nell’impianto di Ponte al Coscio".

E il ritorno in Terza?

"Risale al 2018, quando abbiamo lasciato il calcio a 5 per concentrare le nostre energie ed il nostro entusiasmo nel ritorno del Castellina in Chianti".

Ma la vostra attività non si ferma qui…

"No, infatti abbiamo anche una squadra di calcio a 5 femminile ed una scuola calcio, facciamo corsi di ginnastica, campi solari ed il torneo estivo di calcetto. Tutto questo, ovviamente, ripartirà quando il virus ce lo consentirà!".

GS