Elezioni Siena, De Mossi: "Terremoto alle urne, i dati rafforzano la mia maggioranza"

Il sindaco di Siena commenta i risultati delle urne: "Storico sorpasso del centrodestra in Toscana"

Il sindaco di Siena Luigi De Mossi (Foto Di Pietro)
Il sindaco di Siena Luigi De Mossi (Foto Di Pietro)

Siena, 27 settembre 2022 - "Quello che abbiamo registrato è un vero e proprio terremoto elettorale: tanto a livello nazionale quanto, per certi aspetti ancora di più, in Toscana. E anche per il nostro territorio ci sono importanti conferme". Il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, commenta così i risultati delle elezioni politiche. Che, ovviamente, molti leggeranno anche in chiave amministrativa, otto mesi prima del confronto per il sindaco.

"La vittoria larga e netta dei partiti di centrodestra prospetta un Governo coeso e chiaro - prosegue De Mossi -. Proprio come è successo a Siena, che vede le forze della coalizione di centrodestra guidare la città in armonia da quattro anni, assieme alla componente civica. Storico è poi il sorpasso del centrodestra sul centrosinistra a livello regionale: finalmente la Toscana si scrolla di dosso l’etichetta di regione rossa, che l’ha di fatto paralizzata per decenni. Ed è un trend che è iniziato dalle città: Pistoia, poi proprio Siena e Pisa nel 2018". A parte l’accenno alla coalizione che guida la "città in armonia", l’analisi è inequivocabile. "Un ultimo dato, più locale. I candidati del centrodestra vincono anche nei collegi uninominali senesi per Camera e Senato: un altro fatto clamoroso. E in città il centrodestra cresce, mentre si indebolisce il centrosinistra. Tutti elementi - conclude il sindaco De Mossi - che rafforzano la proposta politica della mia maggioranza: una coalizione tra la fondamentale componente civica, profondamente radicata in città, e il centrodestra che si appresta a governare il Paese".

«Con queste elezioni abbiamo gettato le basi per la costruzione di una casa per i riformisti liberaldemocratici. Una casa destinata a crescere. Ne sono sicuro. Chi ci vorrà abitare troverà le porte sempre aperte". Così, con un post su Facebook, Stefano Scaramelli, candidato al collegio uninominale per Italia Viva Azione di Grosseto e Siena. «Grazie a tutti coloro che hanno espresso il loro voto a favore della mia persona e del Terzo Polo - scrive Scaramelli -. Siamo solo all’inizio del viaggio che ci vedrà protagonisti in Italia e in Europa. In Italia vince il centrodestra, non stravince. Il dato del collegio dove mi sono candidato supera il 9%, in linea con il dato della Toscana dove dimostriamo di essere determinanti per svolgere azioni di governo veramente riformiste. Straordinario il dato di Siena: 3675 voti espressi, 12.60%. Un risultato che dimostra partecipazione e bisogno di serietà e competenza. Grazie a tutti i volontari che si sono prodigati in questi 50 giorni, a chi ha creduto nel progetto, a chi non ci ha creduto, a chi ancora ci guarda con prudenza, rispetto e ammirazione. Complimenti a Giorgia Meloni. Molto probabilmente - è l’epilogo di Scaramelli - sarà lei il prossimo Capo del Governo. Prima donna a ricoprire questo ruolo così delicato quanto importante. Arriva dopo lo straordinario lavoro fatto da Mario Draghi che noi avremmo voluto potesse proseguire. "Ringrazio simbolicamente uno a uno i 22.109 elettori di Grosseto e Siena che hanno espresso il loro consenso per la mia persona. Siamo solo all’inizio".