Le note di Rtc. Un’antologia dedicata a Verdi

Mini rassegna sulle opere giovanili del maestro. I suggerimenti d’ascolto per tutta la settimana.

Le note di Rtc. Un’antologia dedicata a Verdi

Le note di Rtc. Un’antologia dedicata a Verdi

Il virtuosismo di Martha Argerich in due Concerti (oggi domenica 2) per pianoforte e orchestra diretti da Abbado alle 12,40 su Rete Toscana Classica: Concerto n.1 di Liszt e Concerto in sol di Ravel. I nostri consigli d’ascolto proseguono con "Una notte sul Monte Calvo" di Musorgskij (alle 15,19): direttore Pretre in una registrazione del 1961. Lunedì alle 11,41 di Sibelius il Concerto per violino e orchestra: Christian Ferras, violino – Berliner Philharmoniker, direttore Herbert von Karajan. Torna alle 18,40 la rubrica di Luca Logi su Puccini che questa volta propone la singolarità di voci di baritoni statunitensi: Merrill, George London, Cornell MacNeil, Sherrill Milnes. La scelta in dedica del centenario pucciniano prosegue con il capolavoro de "Il trittico: Il tabarro- Suor angelica-Gianni Schicchi" (Firenze 1991). Martedì con rare registrazioni del 1954-1956: Richard Strauss diretto da Reiner (alle 15,40). Maurizio Pollini interpreta i concerti di Beethoven (alle 20,30) con i Berliner Philharmoniker, direttore Claudio Abbado e Wiener Philharmoniker, direttore Karl Böhm, registrazione del 1976. Mercoledì una selezione da "Carmen" di Bizet diretta da Abbado (alle 15,05). Ascolto serale da non perdere: Stravinskij dirige Stravinskij (alle 22,02), cui segue la rassicurante colorita "Sinfonia delle Alpi" di Strauss (alle 22,29). Giovedì alle 12,40 un ascolto singolare: Bach- Johannes-Passion BWV in lingua inglese diretta da Britten. Il pianoforte di Aldo Ciccolini, 1957, per il Concerto n. 1 di Cajkovskij e Concerto n. 2 di Rachmaninov alle (16,40). Venerdì alle 12,40: spazio per una musica che si ispira ai capitoli biblici dei poemi d’amore di Salomone, il "Cantico dei Cantici", mottetti, cantate da Palestrina, Milhaud e Jean-Yves Daniel-Lesur (registrazione del 1956). Venerdì: antologia verdiana alle 15,40 con una scelta che percorre le opere giovanili fino all’epilogo di "Aida": Muti, Abbado, Callas, Scotto, Domingo. Alle 22,25, flauto solo per "Notturno" di Bernstein e il pianoforte di Ashkenazy per "Due Notturni" di Chopin. Sabato 8 alle 20.30 serata con l’opera primo incontro shakespeariano (1847) di Verdi: "Macbeth".

Goffredo Gori