La ciclovia del Sole è più vicina. Via libera al tratto fino a Montale

Approvato il progetto. Bisogna modificare il Ficarello: sono previsti anche espropri per 87mila euro

La ciclovia del Sole è più vicina. Via libera al tratto fino a Montale

La ciclovia del Sole collegherà Montemurlo con Montale

La ciclovia del Sole diventa realtà. Il consiglio comunale di Montemurlo ha approvato il progetto definitivo del tratto fino a Montale. Un atto che dà il via al grande progetto di mobilità sostenibile e di promozione turistica che coinvolgerà anche Montemurlo. La ciclovia del Sole attraversa tutto il territorio su un percorso pedecollinare che inizia a est, al confine con via di Galceti, fino ad arrivare alla passerella dell’amicizia che congiunge Montemurlo a Montale. Il progetto della ciclovia per il tratto montemurlese prevede la sistemazione di percorsi ciclopedonali già esistenti e la realizzazione di nuovi.

"Finalmente mettiamo a terra questo grande progetto che ha ricevuto il finanziamento dei fondi Pnrr e che quindi sarà concretizzato e collaudato entro il 2026 – spiega l’assessore alla mobilità, Giuseppe Forastiero –. Un percorso che si inserisce negli oltre 7400 chilometri che uniscono il sole di mezzanotte di Capo Nord con quello di Malta. La ciclovia del Sole è un’opera che non solo dà nuovo slancio al turismo su due ruote, ma che aiuta l’amministrazione comunale a incentivare le politiche di mobilità sostenibile sul proprio territorio". Il percorso passerà in particolare attraverso via Tito Speri al Mulino e dalla via Morecci fino a raggiungere, attraverso via Fermi, la zona di Bicchieraia verso il torrente Agna al confine con Montale.

Tra i tratti mancanti, che dovranno essere realizzati ex novo, c’è quello di congiunzione con Prato, circa 200 metri, oggetto della variante portata all’approvazione del consiglio comunale. Nel dettaglio, la variazione prevede lo spostamento del fosso Ficarello più a nord, così da permettere alla pista ciclopedonale di non dover essere interrotta. Gran parte della ciclovia sarà realizzata su aree di proprietà pubblica ma per la modifica del Ficarello dovrà essere effettuato un esproprio di aree private per circa 87mila euro.

"Il progetto consentirà di migliorare i collegamenti ciclabili con i comuni limitrofi e permetterà anche di raggiungere la pista ciclabile di collegamento tra Prato e Firenze – conclude l’assessore Forastiero – In Italia attualmente la ciclovia del Sole interessa quattro regioni e, anche se l’interesse primario è quello turistico, questo progetto arriva in un periodo storico di grandi cambiamenti climatici e potrà aiutare a sviluppare un nuovo modo di muoversi".