L'ingegner Fabrizio Innocenti, candidato sindaco di Sansepolcro
L'ingegner Fabrizio Innocenti, candidato sindaco di Sansepolcro

Sansepolcro (Arezzo), 18 ottobre 2021 -  E' Fabrizio Innocenti, di Forza Italia, uomo del centrodestra, il nuovo sindaco di Sansepolcro. Il dato è ormai ufficiale: batte lo sfidante del centrosinistra, Andrea Laurenzi del Pd, con il 52,4 per cento contro il 47,6. In numeri assoluti sono 3980 voti contro 3610, più di 300 schede di differenza che si sono rivelate incolmabili per Laurenzi, protagonista di un difficile ballottaggio, nel quale partiva da una posizione di svantaggio al primo turno. Lì era sì arrivato primo, di un'incollatura su Innocenti, ma i suoi margini di recupero nel secondo erano davvero ridotti al minimo, col bacino di voti dei cinque stelle, che comunque con Catia Giorni non hanno dato un'indicazione di voto, che non sarebbe comunque bastato a garantirgli di avvicinarsi all'elezione.

Una vittoria in controtendenza, almeno a livello nazionale. Nel  giorno in cui il centrosinistra fa scopa nelle grandi città, a Sansepolcro finisce esattamente all'opposto, un risultato che del resto era leggibile nel risultato del primo turno, con i due candidati del centrodestra (l'altro era Laura Chieli di Fratelli d'Italia) al 54 per cento. Sansepolcro è anche il solo dei due comuni toscani al ballottaggio nel quale vinca il centrodestra. A Massarosa, in Versilia, infatti, ha prevalso la candidata del centrosinistra.

Ad Arezzo, il turno elettorale si rivela avaro di soddisfazioni appunto per la coalizione di centrosinistra, che chiude i quindici giorni alle urne con una sola vittoria, quella abbastanza scontata di Civitella, ma non riesce a risucchiare al centrodestra nessuno dei tre Comuni che aveva perso nel 2016, ossia Montevarchi e Anghiari, già aggiudicati al primo turno, e ora Sansepolcro, dove per Pd e soci va anche peggio che cinque anni fa. Allora infatti aveva prevalso il civico Mauro Cornioli, appoggiato anche da alcune frange dissidenti di sinistra e appoggiato dall'esterno dal centrodestra, stavolta il sindaco è proprio un rappresentante politico del centrodestra.

Nel complesso, Arezzo si conferma come una provincia ormai saldamente in mano al centrodestra. A parte l'ente Provincia vero e proprio, nel quale si va verso una conferma di Silvia Chiassai, eletta sindaco di Montevarchi al primo turno, sono di centrodestra tutti i maggiori Comuni, con l'eccezione di San Giovanni. Non solo Arezzo, Montevarchi e Cortona, ma anche Bibbiena, Castiglion Fiorentino e ora Sansepolcro. Fabrizio Innocenti, ingegnere, era stato assessore nella giunta di centrodestra guidata dal sindaco Franco Polcri.

 

Tutti i risultati in tempo reale da Roma, Torino e dagli altri comuni

 

Al primo turno Laurenzi aveva ottenuto poco più del 40% delle preferenze, mentre Innocenti aveva ottenuto il 39,5%. Più staccata Laura Chelli, sostenuta da Fratelli d'Italia, l'altra parte del centrodestra, che aveva ottenuto il 14,5% delle preferenze.