Montagna, bando per due medici. Dal primo luglio alla fine d’agosto

L'Asl Toscana cerca due medici per la continuità assistenziale in montagna a Maresca e Abetone-Cutigliano. Bando aperto per supportare il turismo estivo, con priorità per medici giovani e convenzionati. Scadenza imminente per candidature.

Montagna, bando per due medici. Dal primo luglio alla fine d’agosto

Montagna, bando per due medici. Dal primo luglio alla fine d’agosto

L’Asl Toscana centro cerca due medici per la continuità assistenziale in montagna. E’ da poco uscito il bando per candidarsi per i comuni di Abetone-Cutigliano, Maresca e coprire come guardia medica il territorio dal primo luglio fino alla fine del mese di agosto. Si tratta del servizio di continuità assistenziale che va anche a sostenere il turismo montano estivo da sempre importante nel territorio della collina e montagna. E’ una opportunità anche per i medici giovani, da poco laureati e che sono ancora in fase di specializzazione. Ma chi può partecipare? Possono concorrere i medici convenzionati per l’assistenza primaria, sia a ciclo di scelta che a rapporto orario. Possono inoltre presentare domanda i medici in possesso dei requisiti essenziali, che saranno inseriti in graduatoria con il seguente ordine di priorità: presenti nella graduatoria regionale di settore; in possesso dell’attestato di formazione di medicina generale; medici che hanno terminato il corso di formazione non presenti nella graduatoria regionale di settore, con precedenza per i medici residenti nell’Azienda Sanitaria; medici non iscritti al corso di formazione Mmg o di specializzazione e non presenti nella graduatoria regionale di settore, con precedenza per i medici residenti nell’Azienda Sanitaria. Infine, medici iscritti al corso di specializzazione e non presenti nella graduatoria regionale di settore, con precedenza per i medici residenti nell’Azienda Sanitaria. C’è poco tempo per inviare la propria candidatura, ma soprattutto l’auspicio è di trovare figure disponibili a supportare così il servizio presente all’ex ospedale del Ceppo. Ma come funzionava la guardia medica estiva negli scorsi anni? L’Asl, proprio per supportare il turismo aveva previsto due ambulatori, uno all’Abetone e uno a Maresca. Le prestazioni sanitarie venivano erogate dai medici incaricati in favore dei cittadini che, trovandosi eccezionalmente al di fuori del proprio Comune di residenza, ricorrano all’opera del medico, a tariffe calmierate come previsto dall’Accordo Collettivo vigente. Di solito il servizio era attivo solo nel mese di agosto in questo ultimo bando invece si parla di un servizio che coprirà anche l’intero mese di luglio.

Michela Monti