Commosso addio a Magni. Uomo di teatro e di sport

Funzionario della Cassa di Rispamio, fu regista e speaker dell’Olimpia Basket

Commosso addio  a Magni. Uomo di teatro e di sport

Commosso addio a Magni. Uomo di teatro e di sport

Si sono svolti ieri mattina, nella chiesa della Misericordia, in via del Can Bianco, in un clima di profondo affetto e partecipazione, i funerali di Giampiero Magni. Un uomo molto conosciuto in città, così come la sua famiglia, da sempre animato da una grande passione per la vita e che ha affrontato, con pazienza e con coraggio, gli ultimi, lunghi anni, di malattia, sempre circondato dall’amore della moglie Anna Rosa, per tanti anni insegnante alla scuola elementare Carradori, e dei figli Luca, avvocato, scrittore e schermidore, e Gabriele, medaglia di bronzo a Sidney 2000 nel fioretto a squadre ed ex assessore allo sport. L’ultima piccola gioia per Giampiero, che era nato nel 1939, è stata spegnere la candelina per il suo compleanno, sabato 29 giugno, insieme alla sua famiglia. Domenica il suo cuore indomito, ma stanco, si è fermato, chiudendo una vita lunga, bella e ricca di soddisfazioni e di momenti in cui ha saputo dare tanto agli altri. Giampiero Magni era stato un funzionario della Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia dal 1958 al 1994, aveva lavorato soprattutto nella sede storica di via Roma, ma anche nelle agenzie di Porta Carratica e Porta San Marco e nelle filiali di Pescia e di Larciano. Un grande appassionato di scherma, uno sport in cui i suoi figli hanno brillato e brillano, ma non tutti forse sanno, o ricordano, che uno dei suoi primi amori era stato il teatro. Quando era più giovane era stato il regista della “Filodrimma 140“ , la compagnia con cui aveva vinto diversi concorsi e recitato anche sul palco del Manzoni. Anche la fotografia era stata una sua grande passione e la famiglia conserva con amore i suoi magnifici scatti. Era stato il presentatore ufficiale del coro Genzianella e fu anche il primo speaker ufficiale dell’Olimpia Basket, dalla metà degli Ottanta e fino alla serie A. Era particolarmente orgoglioso della figura di suo padre, Giuseppe, carabiniere e "Giusto fra le Nazioni".

Anna Rosa, Luca e Gabriele sono profondamente commossi per l’affetto tributato a Giampiero e alla famiglia e ringraziano tutti. In particolare la comunità di Baggio e don Piergiorgio Baronti, amico da sempre, che ha celebrato la messa. In nome di Giampiero sono state raccolte offerte che saranno destinate alla Lilt di Pistoia e all’associazione “I Cuori di Silvia“, di Livorno, che aiuta i bambini meno fortunati.

lucia agati