Vaccinazioni
Vaccinazioni

Pisa, 10 settembre 2019 - Sono solo 8 bambini su circa 700 iscritti agli asili nido e alle scuole materne comunali a non essere in regola con gli obblighi vaccinali. Per ora il Comune non ha deciso alcun respingimento ma già da settimane sono partite le lettere alle famiglie per procedere con la regolarizzazione e la situazione verrà monitorata, insieme agli uffici della Asl Toscana nord ovest, nelle prossime settimane. Intanto, il dato dei bambini non in regola in tutti i comuni dell’area pisana ammonta a circa 700 bambini non in regola sui circa 6500 iscritti alle scuole materne e ai nidi d’infanzia. Molti di loro, fa sapere l’azienda sanitaria, sono tuttavia in via di regolarizzazione con appuntamenti già programmati per effettuare le vaccinazioni, anche se, secondo le stime dell’azienda, almeno il 3% dei bambini iscritti appartengono a famiglie no vax.

Non c'è, al momento, per ora una precisa radiografia territoriale per individuare questi bambini non ancora vaccinati e solo nei prossimi mesi il dato sarà definitivo. Per mettersi in regola i genitori dovranno produrre la documentazione richiesta, comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni oppure l’esonero, l’omissione o il differimento delle stesse o la presentazione della formale richiesta di vaccinazione alla Asl. Procedura, che secondo quanto si è appreso dal Comune capoluogo, le famiglie degli 8 bambini non ancora in regola avrebbero già avviato. D’altronde già ad agosto l’amministrazione comunale aveva sollecitato gli adempimenti alle famiglie che non risultavano in regola con gli obblighi vaccinali dei figli.

«La regolarità delle vaccinazioni obbligatorie - precisa il comune in una nota - costituisce requisito di accesso ai servizi educativi per l’infanzia». Ad agosto tra i bambini iscritti al servizio comunale di Nido d’infanzia (510 da 3 mesi a 3 anni) e alle scuole materne comunali (169, da 3 a 6 anni) risulterebbero non in regola con le normative 65 utenti, ovvero meno del 10%. I genitori sono stati invitati quindi a verificare e regolarizzare la posizione vaccinale del minore che non risulta regolare a seguito di consultazione della Banca dati della competente Asl Toscana Nord Ovest e con l’inizio dell’anno scolastico la percentuale di coloro che non hanno adempiuto agli obblighi è nettamente diminuita.